Abies nebrodensis, l'Ente Parco va avanti con il programma di tutela e valorizzazione

Redazione

Cronaca

Abies nebrodensis, l'Ente Parco va avanti con il programma di tutela e valorizzazione
Una squadra di tecnici sta valutando lo stato di salute dei preziosi esemplari

Abies nebrodensis, l'Ente Parco va avanti con il programma di tutela e valorizzazione

18 Gennaio 2016 - 00:00

Una squadra di tecnici del Parco delle Madonie hanno fatto stamane un sopralluogo presso il vallone Madonna degli Angeli a Polizzi Generosa, dove l'ente parco custodisce gelosamente gli ultimi trenta esemplari degli Abeti delle Madonie – Abies Nebrodensis, oggetto di ricerca e di svariati studi finanziati dalla comunita' europea e dal ministero dell'ambiente.

 

In particolare l'ispezione di stamane rientra nell'ambito del progetto di salvaguardia “APQ Abies”, attualmente in corso all'ente parco, che prevede una serie di azioni di tutela dell'Abies e di divulgazione e conoscenza presso le scuole della Sicilia.

 

Da questo progetto e' scaturito una storia a fumetti che illustra la storia dell'Abies per gli alunni delle scuole elementari e medie, ed un cortometraggio in corso di realizzazione.

 

Durante il sopralluogo i tecnici, guidati dal responsabile della conservazione dell'ente Peppuccio Bonomo, hanno verificato lo stato delle protezioni degli abeti, per segnalare all'azienda delle foreste demaniali gli interventi piu' urgenti per proteggere questi ultimi splendidi esemplari dalle intemperie del clima e dal vento che potrebbe danneggiarli.

 

Il presidente dell'Ente Parco ha accompagnato la delegazione nella escursione “Tornare in questi splendidi luoghi – ha detto Angelo Pizzuto – e' sempre una emozione fortissima. In particolare l'esemplare n. 25 aveva bisogno di molte attenzioni ed essendo collocato a Pizzo Cavallo (1870 mt) abbiamo fatto a piedi un lungo percorso tagliando attarverso gli scenari piu' straordinari del parco, che ognuno di noi dovrebbe ammirare almeno una volta nella vita”.

 

L'APQ di salvaguardia dell'Abies volge al termine, ma l'ente parco perseguira' attivamente altri progetti ministeriali ed europei per la tutela e la salvaguardia di questi simboli delle Madonie.

Altre notizie su madoniepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it