Ballarò, arrestato un altro spacciatore

Redazione

Palermo

Ballarò, arrestato un altro spacciatore
Si chiama Christian Dalfone, pregiudicato di 28 anni. Sorpreso a vendere dosi di hashish. Processato per direttissima, è stato condannato agli arrestio domiciliari

Ballarò, arrestato un altro spacciatore

18 Gennaio 2016 - 00:00

Ancora un arresto per droga a Palermo. E sempre piazza Ballarò a fare da scenario. A finire con le manette ai polsi Christian Dalfone, nato a Palermo il classe 1984, domiciliato in Via Maione da Bari, pregiudicato, sorpreso nella flagranza di reato per avere, con più azioni esecutive del medesimo disegno criminoso, ceduto a diversi acquirenti, in cambio di soldi, della sostanza stupefacente del tipo hashish. Il pusher, è stato bloccato in piazza Ballarò, approfittando della confusione di persone che affollano il mercatino rionale, a seguito di perquisizione personale sono stati rinvenuti circa 20 grammi della medesima sostanza e della somma in contante di 160 euro provento illecito dell’attività di spaccio. Durante il servizio antidroga, il pusher veniva individuato, mentre prendeva contatti con dei ragazzi, cedendo dosi di hashish avvolte in carta stagnola, in cambio di soldi. La piazza era frequentata da giovani e studenti delle scuole che si trovano nelle immediate vicinanze della piazza Ballarò. Durante l’appostamento i Carabinieri notavano due ragazzini che parlottavano con Dalfone. Subito dopo, il pusher si spostava di alcuni metri fino a raggiungere una busta nascosta dietro ad una panchina vicino ad una grata di aereazioni, dalla quale estraeva una stecca di colore argentato. Ritornato dagli acquirenti, si faceva consegnare il compenso. Verificato il modus operandi ed individuato il luogo dove Dalfone nascondeva la droga, i Carabinieri decidevano di intervenire. Ma il ragazzo, alla vista dei militari, tentava la fuga, non riuscendosi e venendo bloccato. L’arrestato, nella giornata di ieri è stato sottoposto a rito direttissimo, conclusosi con la convalida e sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari, in attesa degli esami di laboratorio a cura dei Carabinieri del Lass di Palermo.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it