Cefalù, aggiudicati i lavori per la ristrutturazion della scuola Mercede

Redazione

Cronaca

Cefalù, aggiudicati i lavori per la ristrutturazion della scuola Mercede
L'istituto "Salvatore Spinuzza" è l'unica scuola primaria del centro storico

Cefalù, aggiudicati i lavori per la ristrutturazion della scuola Mercede

18 Gennaio 2016 - 00:00

Il 14 ottobre scorso si è conclusa la gara d’appalto per la ristrutturazione del Plesso di scuola Primaria “ Salvatore Spinuzza (Mercede)”, unica Scuola elementare presente nel centro storico di Cefalù, ospitata in un edificio che risale ai primi anni del ‘900.

Il progetto, elaborato dal Responsabile del Settore Lavori Pubblici, Ivan Joseph Duca, prevede un  importo di euro 541.595,72  ai quali si attingerà grazie al finanziamento ottenuto dal Comune di Cefalù, dall'Assessorato Regionale dell'Istruzione e della Formazione. 

I lavori sono stati aggiudicati in via provvisoria alla ditta “C.G.C.s.r.l”, con sede legale a San Gregorio di Catania che ha offerto un ribasso del 13,2644% quale prima aggiudicataria e all’impresa “Costruzioni Scalisi Calogero” con sede legale a Ucria in provincia di Messina, che ha offerto un ribasso del 13,1313% quale seconda aggiudicataria.

Per l'Assessore all'Istruzione di Cefalù, Vincenzo Garbo: “Il Comune di Cefalù è uno dei pochi comuni siciliani ad aver ottenuto i finanziamenti destinati dal Governo nazionale per la ristrutturazione degli edifici scolastici. L'amministrazione comunale è particolarmente attenta all'edilizia scolastica, settore che da decenni non era al centro dell'attenzione degli amministratori locali, in quanto crediamo che le scuole custodiscano il nostro futuro. Il Plesso Spinuzza, in particolare, ha una grande storia. È il luogo in cui hanno studiato generazioni di cefaludesi.”

Per il Sindaco di Cefalù, Rosario Lapunzina: “L'aggiudicazione dei lavori permetterà di dare il via ad un'importante opera pubblica. La mia Amministrazione è, inoltre, impegnata a reperire i fondi necessari alla realizzazione dei lavori pubblici di cui la città ha bisogno. La città ha perso il treno della programmazione europea 2007/2013 non presentando nessun progetto. Oggi nonostante il quadro normativo mutato che ha reso più selettivo l'accesso ai finanziamenti, grazie al lavoro degli Uffici e alla determinazione dell'Amministrazione comunale, Cefalù riparte.”

Altre notizie su madoniepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it