Club Med: il consigliere La Rosa punta il dito contro il sindaco

Redazione

Cronaca

Club Med: il consigliere La Rosa punta il dito contro il sindaco
A Roma un tavolo tecnico con Simona Vicari per prendere in esame la vicenda

Club Med: il consigliere La Rosa punta il dito contro il sindaco

18 Gennaio 2016 - 00:00

Duro attacco del consigliere comunale NCD Marco La Rosa al sindaco di Cefalù Rosario Lapunzina. A proposito della intricata vicenda del Club Med, La Rosa punta il dito contro il primo cittadino: “L'inefficacia e l’inefficienza è una prerogativa del Sindaco di Cefalù. Lo dimostra ancora una volta la vicenda del “Club Mediterranee”, sulla quale il Signor Sindaco, con dei comunicati, diretti principalmente a gettare fumo negli occhi dei cittadini, ha detto delle cose inesatte ed imprecise”. Il riferimento è ad alcune dichiarazioni rilasciate dal sindaco nei mesi scorsi, secondo le quali era stata definita tutta la procedura tecnico – amministrativa per “rimettere in moto” il Club Med.  “Successivamente, alcuni giorni fa – continua La Rosa –   con evidente contraddizione, ha detto , tutt’altro, ossia che ancora manca, per definire la pratica tecnico amministrativa, un provvedimento da parte dell’Assessorato Regionale Territorio ed Ambiente, provvedimento di cui egli stesso ha sollecitato il rilascio. Pare esservi qualche contraddizione, ma ad ogni modo, buono e dovuto l'interessamento del Sindaco ma non sufficiente. Non sufficiente perché oltre alle autorizzazioni serve il denaro per la realizzazione dell'opera. L’unica cosa vera,ahinoi, è che il progetto del “Club Med”, ad oggi,  non ha alcun contributo pubblico in grado di avviare il cantiere, pertanto, nessun euro viene perso; nessuna somma certa e pubblica è stata stanziata”.

Poi il consigliere del NCD annuncia un interessamento presso il Ministero dello Sviluppo Economico “Ci siamo attivati, condividendo a pieno l’iniziativa del comitato cittadino pro Club Mediterranee ed insieme, abbiamo raccolto oltre mille firme. L' unica cosa certa è che a breve, grazie alla spinta data dai nostri concittadini, stufi di questo continuo giocare a  ping-pong con le responsabilità, e grazie all’impegno del Ministero dello Sviluppo Economico, ed in particolar modo del Sottosegretario di detto Ministero, Senatrice Simona Vicari, a Roma, sarà convocato un tavolo di confronto con le parti interessate, parti  che al momento non sembrano essere così vicine ad un punto d'incontro. Nelle settimane a venire sono in programma  alcuni confronti propedeutici per provare a capire quali potranno essere  i margini di manovra . L'esito, positivo o negativo, deve essere reso noto alla città che dopo 9 anni  ha il diritto di sapere e chi deve e può ha il dovere di fare chiarezza, non confusione”.

Altre notizie su madoniepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it