Collesano, beni confiscati: Meli incontra Alfano per il riutilizzo di Garbinogara

Redazione

Politica

Collesano, beni confiscati: Meli incontra Alfano per il riutilizzo di Garbinogara
L'oleificio è inutilizzato, si studia una soluzione per riattivare il frantoio

Collesano, beni confiscati: Meli incontra Alfano per il riutilizzo di Garbinogara

18 Gennaio 2016 - 00:00

 Il prossimo lunedì 27 ottobre il Sindaco, Giovanni Battista Meli, si recherà a Roma per incontrare il Ministro dell'Interno, Angelino Alfano. Scopo dell'incontro è quello di poter trattare con la massima Autorità Istituzionale le problematiche legate alla gestione del bene confiscato di Garbinogara ma anche le progettualità collegate al bene, già messe in campo dall'Amministrazione.

Obiettivo è quello di intercettare risorse finanziarie in grado di dotare il bene di attrezzature e macchinari idonei per rendere l'azienda, già in regime di biologico, il più possibile produttiva. In particolare, il Sindaco mira a riattivare il frantoio collegato ad una linea di imbottigliamento con lo scopo finale di produrre olio biologico proveniente da un bene direttamente gestito dal Comune di Collesano. Inoltre, l'incontro previsto l'indomani con il Sottosegretario alle Risorse Agricole, Giuseppe Castiglione, servirà a poter identificare eventuali canali di finanziamento utile alla realizzazione di quanto elencato. 

«L'attivazione del bene confiscato incrementerà ulteriormente la presenza e l'utilizzo di manodopera locale. Un progetto pilota che potrebbe rappresentare un buono esempio di gestione per l'intero territorio che, proprio in questi giorni, si sta interrogando su come possa essere possibile mettere a reddito beni, ad oggi, non utilizzati e che sicuramente non rappresentano un buon esempio per le Istituzioni. L'occasione sarà utile anche per fare il punto della situazione rispetto alla progettualità relativa all'edilizia scolastica presentata dal Comune di Collesano».

Altre notizie su madoniepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it