Coppa Italia, avanti Castelbuono e Cefalù

Rosario Cusimano

Sport

Coppa Italia, avanti Castelbuono e Cefalù
Ai ragazzi di Mister Ricca basta un pari. Sconfitta a sorpresa per il Real Finale

Coppa Italia, avanti Castelbuono e Cefalù

18 Gennaio 2016 - 00:00

COPPA ITALIA ECCELLENZA 

 

Castelbuono – Parmonavl 0-0 (1-1)

Castelbuono: Fagone, Di Salvo, Sorrentino, Alosi, Inserauto, Bertolino, Megna, Morello, Calabrese (66’ Città), Guastella, Venuti (71’ Salerno). All. Ricca

Parmonval:  Ilardi, D’Amore, Bonito, Tarantino.I, Noto, Giacalone (82’ Cammilleri), Caronia, Tarantino.G, Parisi (61’Giammanco), Pappa, Carioto (76’ Nuccio). All. Bennardo

Arbitro: Giorgio Piazza di Palermo

Note:ammoniti Fagone, Sorrentino, Morello, Città, Tarantino.G

 

Castelbuono- Basta un pari a reti bianche alla Polisportiva Castelbuono per avere ragione di un’ottima Parmonval ed accedere al secondo turno della Coppa Italia. I madoniti proseguono infatti il proprio cammino nella competizione in virtù dell’1-1 della gara d’andata a Partanna Mondello. Pomeriggio torrido e pubblico delle grandi occasioni al “Luigi Failla” per la prima uscita stagionale tra le mura amiche dei giallorossi di mister Ricca. La cronaca. Ottimi fraseggi e ritmi elevati nella prima fase della gara e padroni di casa che si rendono pericolosi soprattutto sull’asse Alosi-Venuti con quest’ultimo che si rivela una costante spina nel fianco per la difesa ospite. Al minuto 21’ Polisportiva Castelbuono vicina al vantaggio. Uno svarione difensivo della Parmonval consente a Venuti di presentarsi a tu per tu con Ilardi ma l’estremo difensore ospite non si fa sorprendere e respinge di piedi una conclusione da posizione ravvicinata. Eppure, alla luce del risultato dell’andata, dovrebbero essere gli ospiti a fare la partita e così pian piano l’undici di mister Bennardo inizia ad alzare il proprio baricentro e a costruire una serie di pericolose occasioni da rete. Al 24’ serpentina ubriacante di Giacalone e imbucata geniale per Carioto che però cincischia troppo col pallone consentendo alla retroguardia giallorossa di recuperare. Qualche minuto più tardi è lo stesso Carioto a seminare il panico nella difesa castelbuonese, mettendo al centro un traversone al bacio per la testa di Parisi che a porta vuota si divora il più facile dei gol. Il finale della prima frazione è tutta di marca ospite. Al 30’ ci vuole il miglior Fagone per respingere di piede una insidiosa conclusione a pelo d’erba di Carioto. Mister Ricca si rende conto di un evidente calo dei suoi e prova a dare una scossa invertendo le posizioni dei due esterni d’attacco Venuti e Guastella, nel vano tentativo di scardinare l’ottima retroguardia palermitana e così si va al riposo sul parziale di 0-0. Nella ripresa le due squadre risentono parecchio dei pesanti carichi di lavoro di questo inizio di stagione e i ritmi di gioco calano vistosamente. Dopo nemmeno un giro di orologio è Guastella a cercare il jolly da distanza siderale, ma la sua conclusione termina alta sopra la traversa. Gli ospiti dal canto loro non stanno a guardare e sfiorano il vantaggio al 54’. Solito spunto personale dell’ottimo Carioto che penetra come una lama nel burro nella difesa giallorossa ma, una volta a tu per tu con Fagone, calcia malamente a lato da ottima posizione. Con il passare dei minuti le azioni da gol latitano e la stanchezza inizia ad avere il sopravvento. Tra i padroni di casa i nuovi innesti in avanti di Città e Salerno per Calabrese e Venuti, danno nuova linfa alla manovra. All’80’ la più ghiotta occasione da gol dell’intera gara è per i padroni di casa. Spettacolare “trivela” dalla sinistra di Guastella che confeziona un assist d’oro per la testa dell’accorrente Megna che però spedisce alto da ottima posizione. Il finale di gara è tutto di marca giallorossa con Città prima e Salerno poi che vanno vicini al bersaglio grosso prima del triplice fischio del direttore di gara.

Rosario Cusimano

 

COPPA ITALIA PROMOZIONE

Real Finale – Cefalù 1-2 (0-1)

Real Finale:Randazzo; D’Arrigo, Zangara (46’Botindari), Di Scala, Iannolino, Ferrara, Gennaro (63’ Di Maria), Distefano, Li Castri, Vitale, Di Cara (56’ Longo). All. Cinquegrani. A disp.: Stornello, Morici, Lo Giudice, Barone..

Cefalù Calcio:Fiduccia, Fazio (82’ Fiore), Bisogno, Cangelosi, Di Domenico, Russo, Orlando, Cordova, Mocciaro (78’ Vaiana), Tralongo, Sferruzza. All. Orlando. A disp.: Ciolino, Fiduccia D., Liberto.

Arbitro: Ricchiari di Palermo. Assistenti: Mastrosimone e Cracchiolo (PA)

Reti: 35’ Sferruzza; 45’ Mocciaro; 71’ Distefano

Vittoria a sorpresa dei ragazzi di mister Orlando al cospetto di un più quotato Real Finale. Nonostante il ritardo di preparazione, accumulato a causa delle note vicende societarie di questa estate, e il passivo della gara d'andata, persa per una rete a zero al Santa Barbara, con una prova di carattere il Cefalù è riuscito a ribaltare il risultato conquistando un passaggio del turno che sembrava essere saldamente in mano ai cugini del Real Finale, già da tempo agli ordini di mister Cinquegrani e dotati di una rosa decisamente rinforzata rispetto allo scorso anno. Per la cronaca gli ospiti hanno terminato il primo tempo in doppio vantaggio grazie alle reti di Sferruzza e Mocciaro. Nella ripresa Di Stefano accorcia le distanze ma, nonostante il pressing, la squadra locale non riesce ad agguantare il pareggio. 

 

 

 

Altre notizie su madoniepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it