Costa Concordia a Palermo, Orlando: “Scelta logica che fa risparmiare”

Redazione

Palermo

Costa Concordia a Palermo, Orlando: “Scelta logica che fa risparmiare”
I cantieri palermitani sono adeguati ad ospitare il relitto della nave affondata presso l´isola del Giglio. Altrove servirebbeo tra i 260 ed i 330 milioni di euro

Costa Concordia a Palermo, Orlando: “Scelta logica che fa risparmiare”

18 Gennaio 2016 - 00:00

“Ho sostenuto e continuo a sostenere che i cantieri navali di Palermo sono il luogo migliore per effettuare i lavori di smontaggio del relitto della Costa Concordia e credo che sia corretto ricordare che non si tratta di una scelta campanilista, bensì di una scelta banalmente dettata dall'evidenza dei calcoli e dei fatti”.
Lo dichiara il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando che, sulla base dei dati tecnici di cui il Ministero dello Sviluppo Economico è in possesso, afferma che “realizzare questi lavori a Palermo, dove non sono necessari adeguamenti strutturali dei bacini del Cantiere navale, può essere fatto praticamente da subito e con un costo complessivo di circa 45 milioni di Euro. Farli altrove, candidando città che in atto non hanno le strutture adeguate, renderà impossibile lo smontaggio prima di qualche anno (con altissimi rischi legati al deterioramento dello scafo e quindi per il mare e l'ecosistema circostante) e, soprattutto farà schizzare i costi fra i 260 e i 330 milioni di euro. Continuare a fare scelte che si muovono in direzione di questo immane spreco di denaro pubblico – afferma il primo cittadino del capoluogo siciliano – è un danno per tutta l'Italia, la cui logica appare davvero poco comprensibile”.

Dell'argomento il Sindaco ha già parlato, nel corso di un incontro avuto nei giorni scorsi, con il Ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato, con cui ha concordato che su questo ed altri temi si svolga a Palermo a settembre un confronto che coinvolga anche le parti sociali”.

Altre notizie su madoniepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it