Gangi Libera sul Bilancio: “Ferrarello dica come stanno le cose”

Redazione

Politica

Gangi Libera sul Bilancio: “Ferrarello dica come stanno le cose”
Il Gruppo consiliare di opposizione dice la sua dopo l'approvazione del documento contabile 2016

Gangi Libera sul Bilancio: “Ferrarello dica come stanno le cose”

18 Gennaio 2016 - 00:00

Riceviamo e pubblichiamo una nota del gruppo consiliare Gangi Libera dopo l'approvazione del Bilancio di Previsione 2016

“Il Consiglio Comunale di Gangi ha approvato il bilancio di previsione 2016. Come si è potuto appurare in questi giorni il rischio concreto di un commissariamento del Consiglio comunale ha portato ad un contingentamento dei tempi di approvazione del bilancio stesso che si è potuto realizzare solo grazie all’ennesimo atto di responsabilità dell’opposizione consiliare. Il gruppo “Gangi Libera” è costretto a ribadire il proprio ruolo in questo comunicato quando, invece, si sarebbe aspettato una diversa sensibilità da parte dell’Amministrazione Comunale che, non solo non ha sottolineato il ruolo dell’opposizione nella trasmissione agli organi di stampa ma, si è sentita ancora una volta autorizzata a comunicare attraverso i canali ufficiali senza tenere conto della voce dell’opposizione.

Per la cronaca il gruppo consiliare “Gangi Libera” ha votato contro l’approvazione del bilancio e del piano triennale delle opere pubbliche, perché su alcuni punti fondamentali l’Amministrazione non ha tenuto conto delle esortazioni ricevute dai nostri consiglieri comunali. Il capogruppo di opposizione Nunzio Domina ricorda, per esempio, che negli atti di bilancio approvati non è stato programmato nessun intervento di bonifica per fogne e torrenti nella parte bassa del paese, inoltre il costo del servizio dei rifiuti aumenterà a 920 mila euro nel 2017 e a 950 mila euro nel 2018, oltre al fatto che non è stato prodotto, nonostante le tante rimostranze dei mesi scorsi, uno studio tecnico-economico sulla possibilità di depurare le nostre acque potabili dalla presenza dei metalli pesanti evitando così, se possibile, di dichiarare, come ormai avviene da anni periodicamente, la non potabilità delle stesse”.

Altre notizie su madoniepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it