La divina commedia di Madè a Ravenna, che successo per il maestro palermitano

Redazione

Palermo

La divina commedia di Madè a Ravenna, che successo per il maestro palermitano
La mostra è stata inaugurata al centro dantesco della cittadina romagnola. I disegni del Maestro hanno incantato i presenti

La divina commedia di Madè a Ravenna, che successo per il maestro palermitano

18 Gennaio 2016 - 00:00

Grande successo di pubblico per la “Divina Commedia – disegnata” del maestro palermitano Pippo Madè, inaugurata nella prestigiosa sede “Centro Dantesco” di Ravenna. Molti gli amici giunti da varie parti d'Italia ed in particolare dalla Puglia, dalla Toscana, dall'Umbria, dal Veneto e dal Lazio. La Sicilia non è stata da meno, grazie alla presenza del Rotary Club Lercara Friddi, patrocinatore dell'evento, unitamente al locale Rotary Club Galla Placidia. Uno dei comuni storicamente vicino a Madè, quello di San Vitaliano, in provincia di Napoli, ha voluto partecipare con tanto di vessillo scortato dal Comandante della polizia municipale Ciro Cirillo e dal sindaco Antonio Falcone che ha dichiarato: “Il legame della nostra Amministrazione con Madè e la sua famiglia è saldo. Siamo i custodi della maiolica che l'artista palermitano ha realizzato in memoria dei Caduti di Nassiryia e del Brigadiere Giuseppe Coletta che nella nostra città svolse servizio e contiamo di mettere in atto altre manifestazioni che lo riguardano”.

Tanti i Quotidiani on – line e cartacei che hanno dato spazio all'evento ed in particolare “Il Resto del Carlino” che ha proposto una lunga intervista all'artista a firma di Roberta Bezzi. La manifestazione è iniziata puntualmente alle 17,30 con la consegna, al Centro Dantesco, della particolare ed esclusiva edizione de “La Divina Commedia – disegnata”, firmata dallo stesso Madè. Poi il trasferimento nella vicina sala dedicata al fondatore del Centro Padre Saverio Ragazzini, del quale è stato scoperto, nell'occasione, un busto marmoreo. La serata è proseguita con l'inaugurazione della mostra di Madè, nella quale sono state particolarmente apprezzate le maioliche realizzate dallo stesso con la collaborazione del Maestro Carmelo Elmo, nell'antica fornace “Serravalle” di Santo Stefano di Camastra. Quindi la scopertura della grande maiolica “E nacque un mondo al sole” (Canto XI del Paradiso) realizzata su pietra lavica dall'artista palermitano. A conclusione la messa nella “Basilica di San Francesco celebrata da Padre Giovanni Voltan Ministro Provinciale dei Franescani e quindi la presentazione ufficiale del volume d'arte edito da Walter Farina, con le relazioni dello Storico dell'Arte Adriana Mastrangelo Adorno, del Docente di Poetica dell'Università degli Studi di Palermo Salvatore Lo Bue e dello Scrittore e Critico d'Arte Tommaso Romano, moderati nei loro interventi da Rosario Lo Cicero, Presidente dell'Associazione Culturale Internazionale Madè e curatore dell'opera. Ha concluso l’evento un emozionato Madè che ha sottolineato l'impegno artistico che ha mosso la sua vita e le tante vicissitudini interiori che lo hanno portato a cimentarsi nel difficile campo della Divina Commedia del sommo Dante Alighieri.

Nel corso della manifestazione, l'Associazione Culturale Polizia Municipale di Palermo, attraverso il suo Presidente, commissario Sergio Quartana, presente a Ravenna, ha presentato e donato a tutti i partecipanti, il fumetto dedicato al Beato Pino Puglisi che ha riscosso consensi e apprezzamenti.

 

(Nelle foto: In home page, nella foto di Claudia Scavone, il volume di Madè sulla tomba di Dante Alighieri; all’interno dell’articolo, la foto di Sergio Quartana che ritrae Pippo Madè con Padre Ivo Laurentini direttore del Centro Studi Danteschi di Ravenna)

Altre notizie su madoniepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it