L´attentato a Libération, la polizia arresta il colpevole

Rosario Lo Cicero

Mondo

L´attentato a Libération, la polizia arresta il colpevole
Ritrovato in un parcheggio mentre stava tentando di suicidarsi assumendo una dose letale di farmaci

L´attentato a Libération, la polizia arresta il colpevole

18 Gennaio 2016 - 00:00

Si è concluso questa notte l'incubo che ha attanagliato Parigi per tre giorni: è stato arrestato il 50enne Abdelhakim Dekhar che a partire dal 1998 aveva scontato una pena di 4 anni, inflittagli dal Tribunale penale della Capitale francese, poichè reo di aver fornito il fucile a pompa, con il quale la notte del 4 ottobre 1994 due studenti, Audry Maupin e Florence Ray, seminarono il panico e lasciarono dietro di loro una tragica scia di sangue che si concluse con l'uccisione di tre poliziotti, di un passante e dello stesso Maupin.
Dekhar è stato scovato in stato comatoso, nel parcheggio sotterraneo di Bois-Colombes, mentre stava assumendo una quantità enorme di medicine, al fine di suicidarsi. La polizia francese è stata messa sulle tracce dell'uomo da un amico al quale avrebbe confidato “ho fatto una enorme sciocchezza”. L'ex avvocato dell'uomo lo dipinge come un tipo singolare, molto intelligente, ma enigmatico. Una personalità sfuggente dai contorni difficili da cogliere. L'arrestato raccontava in giro di essere un agente dei servizi segreti ed a incastrarlo anche il Dna ritrovato sui bossoli delle fucilate esplose nella sede di un quotidiano, Libèration,  dove ha ferito un fotoreporter e sulla vetrata della sede della Societé Generale, oltre che dal Dna lasciato sulla portiera della sua Renault Twingo dall'ostaggio che lunedì scorso aveva sequestrato per venti minuti. Il Governo francese, attraverso il Ministro della Giustizia Christiane Taubira e dell'Interno Manuel Valls, esprimono il ringraziamento alla Forze dell'Ordine e soddisfazione per l'operazione perfettamente conclusa.

Altre notizie su madoniepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it