Palermo, la polizia municipale sequestra tre strutture abusive

Redazione

Palermo

Palermo, la polizia municipale sequestra tre strutture abusive
Interventi in via Messina Marine, via Diaz e via Pecoraino

Palermo, la polizia municipale sequestra tre strutture abusive

18 Gennaio 2016 - 00:00

Il  Nucleo Tutela Decoro Vivibilità e Igiene Urbana della Polizia Municipale, nel piano di controlli del territorio predisposti dal Comandante Vincenzo Messina, ha rimosso strutture metalliche abbandonate e costruzioni abusive in via Messina Marine, via Diaz e via Pecoraino. Per quelle più pesanti è intervenuto il personale Rap, che ha provveduto alla dimissione con l’ausilio di un automezzo provvisto di braccio meccanico.

“Formulo il mio apprezzamento – ha dichiarato il Sindaco Leoluca Orlando – per questa nuova operazione della Polizia Municipale, sempre più dedita al ripristino della legalità sul territorio palermitano. Questi sono segnali importanti che devono convincerci che, coloro che considerano la città una zona franca, non resteranno impuniti”.

“La nota positiva è stata la collaborazione ricevuta dai cittadini e, ancor di più, il loro plauso – dice il Comandante Vincenzo Messina -. Abbiamo fotografato alcuni siti che gli utenti ci hanno indicato e dopo i dovuti accertamenti, abbiamo provvisto alla rimozione delle costruzioni abusive”.
Questi interventi seguono quelli portati a termine ultimamente al Foro Italico, in piazza della Pace ed in via Fratelli Cianciolo, di fronte al Mercato Ittico, con la rimozione di strutture in ferro destinate alla vendita di interiora. Oltre a quelli effettuati  in via Roma, davanti alla sede dell’ex Standa, ( un chiosco utilizzato per la vendita di scarpe e vestiti), in Piazza Indipendenza ,in Corso Tukory (un gazebo in ferro) e nei pressi della Palazzina Cinese (rastrelliera destinata alla vendita abusiva di bibite).

Altre notizie su madoniepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it