Prima Categoria B, Lascari: sconfitta con polemiche

Raffaele Taibi

Sport

Prima Categoria B, Lascari: sconfitta con polemiche
I madoniti furiosi: "partita falsata!". Risultati e classifica

Prima Categoria B, Lascari: sconfitta con polemiche

18 Gennaio 2016 - 00:00

 

LASCARI-BAGHERIA 1-2

 

LASCARI:Gugliuzza ©, Taormina, Vella, Ilardo (Moussa 68’), Lombardo, Emanuele, Verdone (Maciocia 69’), Colletti, Fiore, Ruggieri, Circo (Maranto 38’). Panchina: Crivello, La Mendola. All. Zappavigna.

BAGHERIA:Marziani, Intermoia, Vasta, Martorana ©, Spanò, Ballarò, Gargano (Giammanco 46’), Ferrara, Cinà (Ventimiglia 56’), Aggiato (Biancorosso 93’), Scaduto. Panchina: D’Alessandro, Tutino, Errante, Faranna. All.: Maggiore.

ARBITRO:Sig.: Bernardo Masaniello di Palermo.

MARCATORI:Ruggieri (L) 25’, Marziani (B) rig. 64’, Spanò (B) 85’.

NOTE:Ammoniti: Emanuele, Ilardo, Colletti, Ferrara. Espulsi: Emanuele (d.a.), Moussa, l’allenatore e due dirigenti del Lascari.

 

Una partita che sicuramente si porterà dietro uno strascico al veleno, quella a cui abbiamo assistito oggi al “Martino Ilardo” di Lascari, tante e tanto gravi sono le accuse avanzate da tesserati della squadra locale nei confronti del direttore di gara, il Sig. Masaniello di Palermo. Il punto di vista degli infuriatissimi esponenti del Lascari è che l’arbitro sia stato opportunamente “indottrinato” dalla Federazione al fine di favorire la squadra avversaria per una sorta di “compensazione” con i 5 punti di penalizzazione con cui il Bagheria ha iniziato questo Campionato, onde agevolare la sua partecipazione ai play-off.

Accuse molto gravi, anche perché non supportate da prove concrete, che noi abbiamo raccolto alla fine dell’incontro e che riportiamo per puro dovere di cronaca. Il fatto sportivo dice che il Bagheria ha vinto in rimonta, dopo essere stato a lungo in svantaggio, con un giusto rigore e un gol a pochi minuti dalla fine realizzato quando gli avversari erano ridotti in 9.

Eppure l’avvio dell’incontro non lasciava presagire affatto il nervosissimo, diciamo così, finale di partita: una sfida che iniziava gradevole, interessante e ben giocata da due belle squadre, assai ben messe in campo, con il Bagheria subito a menare le danze con Aggiato e Ferrara ed il Lascari che, ben bloccate le bocche di fuoco dei nerazzurri, si lanciava in veloci fiondate nella metà campo avversaria con Verdone e Ruggieri. Proprio il 10 giallorosso è protagonista del primo episodio contestato: entrato in area in velocità palla al piede, fa una finta e viene in contatto con un avversario, finendo a terra. L’arbitro fischia sì, ma per dare fallo contro al giocatore lascarese, tra le veementi proteste di tutta la panchina locale, con l’espulsione dell’allenatore (23’).

Ma ecco che sullo slancio il Lascari passa in vantaggio: una lunghissima rimessa laterale in area prende in controtempo la difesa ospite, la palla rimbalza a terra e di testa Ruggieri la piazza a fil di palo (25’). Gli ospiti accusano il colpo, e concedono un tiro da 25 metri a Vella fuori d’un soffio (44’) e un colpo di testa a Fiore a palombella, che Marziani riesce a deviare con difficoltà (46’). Finisce il primo tempo, e il Bagheria, pur tenendo le redini del gioco, è stato ben imbrigliato dai giallorossi, senza essere riuscito a creare nessuna occasione da rete.

Ad inizio ripresa, però, il mister ospite lancia in attacco la sua squadra apportando due cambi, e presto ne raccoglie i frutti. Da un corner si accende una mischia con i giallorossi che non riescono a liberare il pallone: Vella, nel tentativo di rinviare, abbatte Ferrara. Giusto rigore, che Marziani realizza (caso raro di portiere goleador) (19’). Passano pochi minuti e la situazione per il Lascari si fa critica: Emanuele, già ammonito, per evitare che Scaduto s’involi verso l’area, lo stende, beccandosi il rosso. Pur in 10, il Lascari non concede nulla agli avversari, ma al 35’ accade un altro episodio duramente contestato. C’è una rimessa dal fondo del Lascari, quando, lontano dalla palla, si vede Vasta crollare a terra tenendosi il viso: l’arbitro corre verso Moussa (da poco entrato) e sventola il rosso anche a lui. Si accende un parapiglia generale in campo che dura parecchi minuti; a fine gara quelli del Lascari lanceranno pesanti accuse nei confronti del 3 nerazzurro, che, a dir loro, avrebbe gravemente provocato senza farsi notare il giocatore di colore, per poi fare la “scena” ed inducendo l’arbitro ad espellerlo. Noi, a dire la verità, guardavamo la palla e abbiamo visto solo l’espulsione, ma siamo certi che sia Vasta che il suo mister sanno benissimo com’è andata.

Fatto sta che in 9 il Lascari rischia prima di passare in vantaggio con Ruggieri, e Marziani deve superarsi (39’), ma un minuto dopo incassano il gol che risulterà decisivo: c’è un cross di Aggiato che Spanò (ormai centravanti) inzucca in rete di testa (40’), ma è Fiore nel recupero ad avere sulla testa la palla del pari, ma Marziani con uno straordinario intervento toglie la palla dal sette.

Un Bagheria ordinato e ben messo in campo, ma dall’attacco sterile, si aggiudica dunque un incontro dai due volti, iniziato con dell’ottimo calcio e finito tra le polemiche. Il Lascari dovrà leccarsi le ferite (prima sconfitta per uno Zappavigna inferocito) e concentrarsi sulle ultime due partite che significano salvezza quasi certa.

 

 

 

Risultati 24° giornata

Lercara – Castronovo 0-0

Caltavuturo – Bolognetta 2-2

Ciminna – Collesano 1-2

Casteldaccia – Caccamo 0-1

Lascari – Bagheria 1-2

Oratorio S. Ciro – Cerda G.M. 2-1

Prizzi – Roccapalumba 1-0

 

Classifica

Prizzi 50

Bolognetta 47

Bagheria 41

Castronovo 38

Caccamo 36

Casteldaccia 31

Collesano 31

Lascari 29

Roccapalumba 28

Ciminna 27

Oratorio S. Ciro 27

Lercara 25

Cerda Giuseppe Macina 21

Caltavuturo 14 (RETROCESSO IN SECONDA CATEGORIA)

Altre notizie su madoniepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it