Prima Categoria B, pareggio nel derby fra Caccamo e Roccapalumba

Raffaele Taibi

Sport

Prima Categoria B, pareggio nel derby fra Caccamo e Roccapalumba
Giusto pareggio in un match equilibrato ma falsato dal vento

Prima Categoria B, pareggio nel derby fra Caccamo e Roccapalumba

18 Gennaio 2016 - 00:00

 

NUOVA CITTA' DI CACCAMO-USD ROCCAPALUMBA 1-1

 

NUOVA CITTA' DI CACCAMO: Fundarò, Ventura N. (c) (Carbone 74'), Guzzardo,  Schembri, Taulli, Galbo, Nuzzo M., Corsino, Virga, Nuzzo A., Cecala (Perna 35'). Panchina: Gammino, Carbone, Randazzo, Sampognaro, Di Paola, Perna, Geraci. All.: Petrone.

USD ROCCAPALUMBA: Rini, Sciammacca (Montagnino 50'), Messina C., La Barbera, Valeriano, Teriaca, Messina G., Di Paola, Campanella (Barbarino 87'), Ventimiglia, Romeo (Fucarino 81'). Panchina: Montagnino, Lucchese, Fucarino, Nicosia, Fanelli, Alessi, Barbarino. All.: Lo Sciuto (squalificato).

ARBITRO: Sig. Luca Lombardo (CL)

Marcatori: Ventimiglia 65', Rini (AG) 82

'NOTE: Ammoniti: Nuzzo A., La Barbera, Guzzardo, Corsino, Ventimiglia, Messina C. – Serio infortunio occorso nel 2° tempo a Sciammacca, trasportato in ospedale in ambulanza.

Equa divisione della posta tra il Caccamo e il Roccapalumba in un brutto derby in cui il forte vento l'ha fatta da padrone, condizionando pesantemente il regolare sviluppo del gioco, Alla fine, delusione Caccamo, che contava in un risultato pieno per inserirsi in zona play-off, ma che ha pesantemente risentito le assenze di tre dei suoi uomini-chiave, quali Spica, Ficile e Ventura, ed alla fine deve accontentarsi di un punticino, acciuffato a 8 minuti dalla fine, contro un ordinato e ben organizzato Roccapalumba che si può tranquillamente dire non abbia rubato nulla.

Il richiamo del derby ha attirato al “Puccio” il pubblico delle grandi occasioni, con cori, fumogeni e bandiere. Nel primo tempo, però, dominato dal vento, lo spettacolo è stato davvero poverissimo, con tre vere quasi-occasioni: una punizione da 35 metri di Schembri che Rini preferisce deviare in corner (1'), un rinvio in area di Guzzardo che colpisce un compagno e finisce in corner sfiorando l'autorete (11') e un tiro dal limite sempre di Schembri che scheggia il palo (35'). Davvero pochissimo, a ritmi da scampagnata, con gli ospiti bianco-celesti che apparivano più ordinati e lucidi, mentre i giallorossi, più confusionari, non riuscivano ad aprire in modo organico la manovra. Nel secondo tempo il vento cala un po' e si vede qualcosa di più, anche perchè il Caccamo preme un po' sull'acceleratore in cerca del gol. Un paio di tentativi senza fortuna, poi, quasi a sorpresa, il vantaggio ospite: un rilancio senza pretese viene creduto da Campanella, che lo rimette in area quasi dalla bandierina; la difesa locale, convinta che la palla fosse uscita, si ferma, e Ventimiglia (un ex) l'appoggia dentro da due passi (65'). I locali accusano il colpo, e rischiano di subire il raddoppio da Campanella, ma Fundarò c'è (68'). Passano i minuti e il Caccamo aumenta il ritmo e la pressione, anche se un po' confusamente, alla disperata ricerca del pareggio, contro avversari che non perdono mai la testa e si difendono con ordine. Così Rini fa la sua parte togliendo dall'angolo un tiro di Virga quasi dal fondo (71'), ma, quando sembrava che i bianco-celesti potessero acciuffare l'intera posta, facendo un bel balzo in avanti in chiave-salvezza, arriva il pareggio giallorosso, non senza una buona dose di fortuna: Corsino riceve ai 25 metri e non ci pensa troppo a scaricare un missile, che si stampa sul palo, torna in campo e, dopo aver battuto su una spalla di Rini a terra, rotola in rete (82'). Noi vorremmo dare il gol a Corsino, premiando il suo bel tiro, ma la verità è che la palla è entrata solo perchè ha carambolato sul portiere: autorete, dunque.

La partita in pratica finisce qui, anche se il Caccamo chiude in attacco: certo è, però, che se vuol continuare a cullare sogni di promozione, dovrà provare a fare qualcosa di meglio. Buona l'impressione di equilibrio offerta dal Roccapalumba, che, giocando così, non dovrebbe avere problemi a salvarsi.

I migliori: Schembri e Corsino tra i locali, Ventimiglia e Romeo tra gli ospiti.

Altre notizie su madoniepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it