Prima Categoria B, prova di carattere del Collesano che stende il Bolognetta

Raffaele Taibi

Sport

Prima Categoria B, prova di carattere del Collesano che stende il Bolognetta
La capolista si arrende alla grinta dei madoniti

Prima Categoria B, prova di carattere del Collesano che stende il Bolognetta

18 Gennaio 2016 - 00:00

 

COLLESANO-BOLOGNETTA  3-1

 

COLLESANO: Iocolano, La Placa G., Cilluffo, Duca, Ficcaglia, La Placa A., D’Agostaro, Gianvecchio ©, Rosso, Di Matteo (Blanda 92’), Lo Curto (Gulino 87’). Panchina: Signorello, Severino, Fustaneo, Nicchitta, Mogavero. All.: Lazzara.

BOLOGNETTA: Buttacavoli, Sole, Nave, Mantegna ©, Lo Nardo, Terzo, Cannova (Pirrone 66’), Prudenza, Trentacoste (Gullo 29’), Aiello, Raineri. Panchina: Barbera, D’Amico, La Sala, La Barbiera, Muratore. All.: Sanfilippo.

ARBITRO: Sig. Claudio Scarantino (CL)

Marcatori: Rosso 25’, Lo Curto 68’, Raineri 78’, Cilluffo 90’.

NOTE: Ammoniti: Nave, Mantegna, Duca, La Placa A. Espulso: Rosso.

 

Bilancio deficitario, per non dire fallimentare, per la pattuglia di 10 squadre madonite suddivise tra i Gironi B e C di I^ Categoria: quasi tutte annaspano nei bassifondi delle due classifiche, con Nuccio e Caltavuturo pressoché spacciate. Solo Caccamo e Gangi si aggrappano alla zona play-off, ma con scarsissime speranze di disputarli a causa dell’ampio divario di punti dalle seconde: situazione che suggerisce delle profonde riflessioni sul declino del calcio minore madonita, fortemente impoverito sia di investitori che di talenti.

Oggi il Collesano, inaspettatamente ai margini della zona calda a causa di una progressiva serie di risultati negativi, si trova a rigiocare la partita contro il Bolognetta, dopo che quella giocata il 3 Gennaio (e che era stata vinta dagli ospiti per 2-0) è stata annullata, accogliendo il ricorso della Società biancorossa, dalla L.N.D. a causa dello sconcertante arbitraggio della Signora Ferrara, per cui le due squadre si trovano di fronte per la terza volta in questo Campionato.

Si inizia subito con un episodio dubbio in area giallorosa: D’Agostaro si destreggia in area palla al piede tra un nugolo di avversari, quando piomba di colpo a terra: un calcetto maligno? L’arbitro fa proseguire (8’). Al 10’ il Bolognetta coglie una traversa con una punizione-cross di Cannova, poi mandata in angolo.

Qualche tiro da lontano da entrambe le parti, ma già si delineano i due diversi atteggiamenti in campo: lenti, compassati e quasi distratti gli ospiti, vogliosi, compatti e grintosi i biancorossi. Non sorprende così il vantaggio dei ragazzi di Lazzara: D’Agostaro riceve sulla destra un lancio di Di Matteo, e, tra tre avversari, riesce a farlo filtrare in area per Rosso, che, solo davanti a Buttacavoli, non sbaglia (25’). Pochi minuti dopo, però, il colpo di scena: lo stesso 9 biancorosso, a gioco fermo, innesca uno screzio con Sole, e non riesce a controllarsi scalciandolo a una gamba: l’arbitro vede e lo espelle. Una leggerezza sorprendente per un giocatore esperto come lui (36’).

La ripresa inizia secondo lo stesso clichè: nonostante in inferiorità numerica, il Collesano continua a stazionare in avanti: il Bolognetta, con l’uomo in più, pur dovendo rimontare non riesce a dare ariosità e accelerazioni alla sua manovra, soffrendo moltissimo il pressing biancorosso guidato dalla “bandiera” Gianvecchio. Così, dopo una paratissima di Buttacavoli su D’Agostaro arrivatogli a tu per tu dopo una spumeggiante azione con passaggi di prima (59’), e un ottomo intervento di Iocolano su sventola di Gullo quasi dal fondo (67’), il raddoppio è quasi scontato: Mentre i giallorossi salivano il baricentro alla ricerca del pari, Di Matteo (sempre lui) conquista la palla sulla trequarti ed effettua un suggerimento d’oro per il movimento di Lo Curto, che insacca nell’angolino (68’).

Finalmente il Bolognetta si scuote un po’ e si ricorda di essere la prima della classe, dando vita a una decina di minuti di accelerazione e riuscendo ad accorciare le distanze con Raineri che insacca in tap-in una respinta corta di Iocolano su un tiraccio ancora di Gullo (78’). Restano una decina di minuti per cercare il pari, e i giallorossi si riversano in attacco, ma le linee strettissime e aggressive dei locali chiudono tutti gli spazi e non ci saranno più pericoli per Iocolano. Si arriva così all’ultima “perla” di Di Matteo, autore di un’eccellente prestazione e sicuramente “the man of the match”.

Conquistato un angolo in azione di rimessa, il 10 biancorosso con un gioco da equilibrista scatta dalla bandierina palla al piede lungo la linea di fondo tra una sorpresissima difesa avversaria, e, giunto quasi al primo palo, la traversa sul secondo, dove, in corsa, Cilluffo la scaraventa in rete.

Severa lezione, oltre che di calcio, anche di cuore e carattere per il Bolognetta, che ha sbagliato completamente l’approccio alla partita, ha incassato due gol con l’uomo in più e ha molto deluso dopo la vittoria di domenica scorsa sul Prizzi, che era valsa il sorpasso in testa alla graduatoria. Ora il campionato rimane apertissimo e quasi certamente terrà col fiato sospeso fino alla fine.

Giù il cappello davanti a questo Collesano, che ha dimostrato di non meritare affatto la sua classifica deficitaria: distanze cortissime ed equilibrate tra i reparti, corsa forsennata e difesa ferrea ne fanno una delle più accreditate per la salvezza diretta.

Altre notizie su madoniepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it