Prima Categoria, il girone B al rush finale

Raffaele Taibi

Sport

Prima Categoria, il girone B al rush finale
Caltavuturo retrocesso, per il resto tutto da decidere

Prima Categoria, il girone B al rush finale

18 Gennaio 2016 - 00:00

Mancano 180 minuti alla fine di questo incertissimo torneo, e, leggendo la classifica, si assiste ad una situazione singolare che ha quasi dell’incredibile: 13 squadre su 14 (escludendo il Caltavuturo ormai matematicamente retrocesso) si trovano ancora a lottare per un obiettivo: 5 per la promozione e 8 per la salvezza. Uno scenario davvero poco consueto a soli 2 turni dal termine, che conferma l’eccezionale equilibrio che ha costituito il motivo costante di questo Girone.

Ma diamo un’occhiata ai risultati di quest’ultima giornata e alla classifica, provando ad analizzare l’attuale situazione e i suoi possibili sviluppi.

 

Risultati 24° giornata

Lercara – Castronovo 0-0

Caltavuturo – Bolognetta 2-2

Ciminna – Collesano 1-2

Casteldaccia – Caccamo 0-1

Lascari – Bagheria 1-2

Oratorio S. Ciro – Cerda G.M. 2-1

Prizzi – Roccapalumba 1-0

 

Classifica

Prizzi  50

Bolognetta  47

Bagheria  41

Castronovo  38

Caccamo  36

Casteldaccia  31

Collesano  31

Lascari  29

Roccapalumba  28

Ciminna  27

Oratorio S. Ciro e Giorgio  27

Albatros Lercara  25

Cerda  Giuseppe Macina  21

Caltavuturo  14

 

Precisiamo anzitutto quali sono al momento i verdetti già sicuri:

1) il Caltavuturo è retrocesso;

2) il Cerda non può evitare i play-out;

3) solo Prizzi o Bolognetta possono aspirare alla promozione diretta;

4) il Bagheria e il Castronovo sono  certi di disputare i play-off.

Ecco il calendario delle prossime ultime 2 giornate:

25° giornata                                                                                                    

Bagheria Calcio

Prizzi

 

Bolognetta

Ciminna

 

Castronovo

Calcio Per Caltavuturo

 

Cerda Giuseppe Macina

Albatros Lercara

 

Collesano

Citta Di Casteldaccia

 

Lascari

Nuova Citta Di Caccamo

 

Roccapalumba

Oratorio S. Ciro E Giorgio

 

26° giornata

 

Albatros Lercara

Roccapalumba

 

 

 

 

Calcio Per Caltavuturo

Cerda Giuseppe Macina

 

 

 

 

Ciminna

Castronovo

 

 

 

 

Citta Di Casteldaccia

Bolognetta

 

 

 

 

Nuova Citta Di Caccamo

Collesano

 

 

 

 

Oratorio S. Ciro E Giorgio

Bagheria Calcio

 

 

 

 

Prizzi

Lascari

 

 

 

Parliamo anzitutto della lotta per la promozione.

Dopo un lungo alternarsi in vetta alla classifica, la coppia di testa, Prizzi e Bolognetta, sembra essersi separata in modo forse decisivo:  il Prizzi, infatti, battendo di misura un coriaceo Roccapalumba e approfittando del mezzo passo falso del Bolognetta, inchiodato sul pari, un po’ a sorpresa, a Caltavuturo, ha scavato un solco di 3 punti con la squadra inseguitrice, ora obbligata a vincere le ultime due gare e sperare che la capolista abbia qualche cedimento. Il Bagheria e il Castronovo, comunque vada, faranno  i play-off, mentre il Caccamo alimenta le sue esili speranze di acciuffare l’ultimo posto utile, legate solo all’eventualità che nei prossimi 180’ il distacco con la seconda si riduca a 10 punti o meno, altrimenti resterebbe fuori dai giochi.

Assai più intricata la situazione in coda, con ben 7 squadre impegnate ad evitare le ultime 3 scomode piazze della lotteria dei play-out che si aggiungeranno al Cerda, attualmente occupate da Ciminna e Oratorio Marineo a 27 punti e Albatros Lercara a 25. A Collesano e Casteldaccia a 31 (che si incontreranno tra 7 giorni) basteranno 3 punti per la salvezza matematica, mentre appena sopra la linea rossa sono il Lascari (29) e il Roccapalumba (28). Particolarmente delicate sono le situazioni del Ciminna, atteso da due scontri difficilissimi con Bolognetta e Castronovo, e dell’Oratorio, che prima avrà uno scontro diretto a Roccapalumba, poi riceverà una big come il Bagheria, mentre Roccapalumba e Lercara avranno entrambe due scontri diretti, l’ultimo tra loro.

In questo contesto, potrebbe essere il Lascari a costituire l’ago della bilancia del futuro di diverse squadre, iniziando dal proprio, perché ricevendo il Caccamo potrebbe escluderlo o quasi dalla lotta play-off (mettendosi contemporaneamente quasi in salvo), e andando a Prizzi potrebbe rimettere in discussione la promozione diretta.

Molta carne al fuoco, dunque, che rispecchia un panorama ancora indecifrabile che lascia intravedere un ventaglio di possibili sviluppi molto diversi tra loro, con le sorprese dell’ultima ora sempre in agguato.

Di certo c’è che, quanto meno nella prossima giornata, forse anche in entrambe, tutti gli incontri saranno decisivi, e nessuna squadra potrà scendere in campo a mente serena, ma tutte dovranno scendere in campo con grande concentrazione perché, da ora in poi, ogni passo falso sarà senza appello. 

Altre notizie su madoniepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it