Tenta il furto in un´abitazione, ma c´è la proprietaria: arrestato

Redazione

Palermo

Tenta il furto in un´abitazione, ma c´è la proprietaria: arrestato
Arrestato un rumeno che stava tentando di forzare un appartamento in via dell´Ermellino a Bonagia. Scappato il complice

Tenta il furto in un´abitazione, ma c´è la proprietaria: arrestato

18 Gennaio 2016 - 00:00

Agenti della Polizia di Stato in servizio presso l’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico unitamente ai Carabinieri della Stazione “Palermo Oreto”,  nel tardo pomeriggio di ieri, hanno tratto in arresto un 40enne della Repubblica Ceca, Joseph Buchael, senza fissa dimora, resosi responsabile del reato di tentato furto in abitazione e di resistenza a Pubblico Ufficiale, in concorso con un altro complice datosi alla fuga.

Gli operatori a seguito di una segnalazione di un cittadino, che segnalava che si stava consumando un furto in atto all’interno di un appartamento di via dell’Ermellino, intervenivano sul luogo. Fatta irruzione all’interno dell’edificio, le Forze dell’Ordine iniziavano a perlustrare tutti i locali. Due investigatori, che nel frattempo avevano raggiunto le scale, notavano un uomo che alla loro vista fuggiva velocemente  utilizzando  un’uscita secondaria attraverso la quale si dileguava, riuscendo a far perdere le proprie tracce. Gli altri due operatori della Polizia e dei Carabinieri, saliti al piano dell’appartamento preso di mira, dai presunti predatori, bloccavano il quarantenne, vicino all’uscio di un appartamento privato, mentre tentava, invano, di aprire la porta d’ingresso con una chiave adulterata. Resosi conto di esser stato scoperto, il ladro tentava di fuggire giù per le scale, ma si trovava costretto ad arrestare la sua corsa dinnanzi al poliziotto ed al carabiniere che lo bloccavano traendolo in arresto nella flagranza di reato.

Gli agenti raggiungevano quindi il piano dell’appartamento preso di mira, dove accertavano che al suo interno, già nell’atto del tentativo di forzare la porta d’ingresso, c’era la proprietaria. La donna, da sola, in un comprensibile stato di agitazione, raccontava ai poliziotti e carabinieri, giunti tempestivamente in suo soccorso, di essersi resa conto del tentativo di apertura della porta ad opera di ignoti malfattori. Attirata sull’uscio dai forti rumori provenienti dall’esterno, la vittima tentava di osservare cosa stesse accadendo attraverso lo spioncino che però era stato appannato probabilmente di proposito dallo stesso malvivente con uno stratagemma.

Con riferimento ad analoghi casi di tentativi di furti e rapine in appartamento, Polizia di Stato ed Arma dei Carabinieri invitano i cittadini a prestare estrema attenzione alla insolita presenza di liquidi ed odori provenienti dall’esterno, utilizzati come stratagemmi da ladri e rapinatori senza scrupoli, per fare razzia di ogni avere. In ogni caso, si invita la cittadinanza ad informare tempestivamente il “113”  o  il “112” del Pronto Intervento, di situazioni anomale o persone sospette che si aggirino negli abitati.

Altre notizie su madoniepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it