Termini Imerese, la differenziata arriva nelle scuole

Redazione

Cronaca

Termini Imerese, la differenziata arriva nelle scuole
Grazie a un'intesa tra Comune e l'associazione Auser Cgil

Termini Imerese, la differenziata arriva nelle scuole

18 Gennaio 2016 - 00:00

Il Comune di Termini Imerese, guidato da Totò Burrafato ha siglato un protocollo d’intesa con l’associazione Auser Cgil per la raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani in attuazione del progetto “Riclico Tvb”. Tale progetto deriva dal documento sulle “Linee guida per l’educazione ambientale e lo sviluppo sostenibile” (Eass) elaborato dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Mare e del Territorio nel 2009.

La finalità che il protocollo intende raggiungere nasce dall’accordo tra i due soggetti sulla promozione di una cultura della sostenibilità ambientale e, in particolare, sul ciclo dei rifiuti solidi urbani. I primi soggetti individuati per svolgere attività di informazione e incentivazione in questo senso, sono le scuole. L’iniziativa è stata portata avanti dall’assessore all’Istruzione Donatella Battaglia.

“Sono proprio le istituzioni scolastiche – ha precisato il sindaco Totò Burrafato – i luoghi in cui educare i giovani ad analizzare i propri comportamenti quotidiani con l’obiettivo di sviluppare un livello di competenza che li porta a sentirsi parte attiva nella salvaguardia dell’ambiente. Contiamo molto sulla determinazione dei giovani – ha concluso il Burrafato – che possono diventare i protagonisti del cambiamento tra le mura domestiche per imboccare la via della raccolta differenziata senza alcuna riserva”.

Le finalità che si intende raggiungere con il protocollo sono: promozione di una cultura della sostenibilità; favorire nello studente le problematiche ambientali e sociali legate alla raccolta differenziata; creare la consapevolezza che è doveroso utile e necessario preservare l’ambiente. Inoltre occorre far acquisire agli studenti il concetto di rifiuto, della quantità di rifiuti prodotta nella nostra quotidianità, l’importanza di trasformare i rifiuti in risorsa, far capire l’importanza della raccolta differenziata, del riutilizzo e del recupero e ancora far comprendere come l’azione individuale contribuisca al raggiungimento di obiettivi generali.

Secondo il protocollo l’associazione Auser Cgil si impegna a coordinare i rapporti tra il Comune le scuole e l’associazione stessa. A predisporre il materiale informativo, a rendere partecipi attivamente alcuni soci per le iniziative da proporre, a pubblicizzare le diverse iniziative attraverso i propri canali. Infine, a fare un rendiconto sulle attività svolte nel periodo di durata del protocollo.

Da canto suo, il Comune si impegna a fornire i contenitori per differenziare la carta, la plastica e le lattine nelle scuole. A fornire materiale informativo per i docenti e gli studenti, a garantire il puntuale ritiro della raccolta differenziata presso le scuole, a predisporre forme di premialità verso le scuole coinvolte, a pubblicizzare le varie iniziative attraverso i propri canali informativi. La durata del protocollo è prevista per il periodo scolastico 2015/2016.

L’intesa è stata sottoscritta con la Segretaria della Camera del Lavoro di Termini Imerese, Silvana Bova e con la Presidente dell’Auser di Termini Imerese Silvana Marzari. Erano presenti il Dirigente scolastico del 1 Circolo L.Pirandello, Carmelina Bova, il Dirigente scolastico della Tisia D’Imera Lia Pinello e la vice Preside della Paolo Balsamo, Sansone Tilde.

Altre notizie su madoniepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it