La moda dei giochi “free ti play” per smartphone: come non perdere soldi

Redazione

Italia

La moda dei giochi “free ti play” per smartphone: come non perdere soldi

La moda dei giochi “free ti play” per smartphone: come non perdere soldi
22 Giugno 2018 - 08:29

Conoscete i giochi freemium? Spesso chiamati anche free-to-play, sono quei giochi (prevalentemente per smartphone) che possono essere scaricati gratuitamente ma contengono acquisti in-app, ovvero vi indurranno a fare delle microtransazioni per poter acquistare add-on, oggetti speciali, vantaggi competitivi rispetto agli altri concorrenti, e così via.

Insomma, contrariamente agli operatori che trovate in questa lista bonus senza deposito, e che vi daranno la possibilità di giocare ai casino online senza spendere, giocando ai free-to-play il rischio è quello di impiegare molto più denaro di quanto possiate immaginare. Ma come evitare questo pericolo?

La cosa più semplice da fare è, ovviamente, evitare giochi free-to-play, soprattutto se avete precedenti esperienze che vi dimostreranno quanto siete “tentati” di acquistare tutti i tipi di oggetti, personaggi e aggiornamenti all’interno di tali giochi. Questo non significa che dovrete rinunciare ai giochi in generale, ma solamente che dovreste scegliere quei giochi che non sono collegati a una serie di micro-acquisti per ottenere il massimo divertimento da questi prodotti. Provate invece a giocare solamente a quelle esperienze che sono progettate per giocare a lungo termine senza ulteriori acquisti.

Insomma, la prima cosa che dovreste notare è che se vi divertite a giocare per il semplice piacere dell’esperienza di gaming, sul mercato ci sono un sacco di giochi che gratificano la vostra passione senza dover necessariamente cedere al “free to play”. Optate pertanto per quei giochi che prevedono un singolo acquisto (quello iniziale, o quello per le espansioni) e avrete un gameplay infinito senza ulteriori costi.

La seconda cosa da fare è… capire che ci sono un sacco di giochi non elettronici con i quali riuscirete a potenziare il vostro divertimento! Perché ad esempi non provare i giochi da tavolo, che possono garantire una migliore interazione sociale grazie al faccia a faccia che introducono, e che sono molto più ricchi di fantasia di qualsiasi opportunità mai trovata nel regno digitale? Con un gioco da tavolo in mano e una serie di volenterosi avversari, riuscirete a garantirvi il miglior divertimento possibile. Se poi vi mancano i giocatori di ruolo con i quali condividere questa esperienza, provate a frugare nei social media alla ricerca di gruppi nella vostra zona.

Altra cosa da riconoscere è che – anche se ci sono modi peggiori per passare il tempo! – i giochi elettronici sono in gran parte delle distrazioni e degli sprechi di tempo. Mentre è vero che alcuni possono stimolare la mente, altri non portano a vantaggi significativi nel mondo reale. State dunque spendendo il tempo quasi inutilmente: provate a concentrarvi su qualcosa di produttivo che possa facilitare le opportunità e le connessioni nel mondo reale! In altri termini, non perdete di vista che il gioco può essere parte di una vita sana ed equilibrata, ma questo equilibrio non deve includere la possibilità di giocare a esperienze che richiedono un flusso infinito di soldi spesi!

Tornando al gioco, naturalmente qualcuno di voi potrebbe obiettare che si può giocare ai giochi free-to-play senza spendere soldi e senza tutti questi drammi. È vero, ma il problema reale è che questi giochi sono progettati fin dall’inizio per concentrarvi su quegli obiettivi che incoraggiano fortemente gli acquisti opzionali.

Ad esempio, in Pokemon Go, gran parte del gioco è focalizzato sulla competizione per il controllo delle palestre, che richiede la raccolta di molti Pokemon, in una collezione efficiente di personaggi simili. Ecco, il gioco vi vende aggiunte che rendono più efficiente la raccolta di grandi quantità di Pokemon in un’area locale, che è… esattamente ciò di cui avete bisogno!

Un buon approccio per trovare divertimento in questi giochi free-to-play può dunque essere quello di stabilire degli obiettivi alternativi per voi stessi. Cercate insomma dei modi per divertirvi all’interno del gioco che non implichino lo stesso percorso verso gli acquisti che il gioco vi indurrà a fare.

Per esempio, sempre per quanto concerne Pokemon Go, il vostro obiettivo principale potrebbe diventare quello di massimizzare la distanza percorribile a piedi. Insomma, perché non usare il gioco come pedometro? Il gioco offre qualche sottile incoraggiamento, dato che include un meccanismo per “covare” Pokemon dalle uova in base alla distanza percorribile a piedi. Camminando molto riuscirete a schiudere alcuni Pokemon insoliti lungo la strada: prendete quelli che vi va, se il vostro smartphone vibra, per un’esperienza di gioco divertente e casuale, senza il bisogno di comprare nulla.

Con League of Legends, invece, potete ad esempio concentrarvi sulla padronanza di un personaggio in ognuno dei ruoli del gioco. Questo richiede alcun acquisto aggiuntivo a parte lo sblocco di quei personaggi (ma è piuttosto facile da fare). Ricordate, infine, che non dovete essere il vincitore assoluto di qualsiasi gioco (anzi, è impossibile): avete solo bisogno di divertirvi, e rammentate che potete divertirti nei migliori giochi free-to-play anche senza seguire la strada delle microtransazioni.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it