Tagli alle periferie, il Governo Lega-M5S cancella 10 milioni di euro destinati alle Madonie

Michele Ferraro

Politica

Tagli alle periferie, il Governo Lega-M5S cancella 10 milioni di euro destinati alle Madonie

Tagli alle periferie, il Governo Lega-M5S cancella 10 milioni di euro destinati alle Madonie
22 Settembre 2018 - 10:29

Il Governo nazionale ormai ha deciso: il bando periferie verrà sospeso, almeno fino al 2020. Una posizione che ha mandato su tutte le furie la delegazione Anci, composta dal presidente Antonio Decaro e dai vicepresidenti Filippo Nogarin e Roberto Pella, che ieri ha abbandonato i lavori della conferenza unificata ed annunciato l’interruzione delle relazioni istituzionali con il governo.

Cosa vuol dire questo per le Madonie? In “soldoni” vuol dire che il nostro territorio perde 10 progetti già cantierabili, per un valore complessivo di quasi 10 milioni di euro (9,7 milioni).

Durante l’incontro dei sindaci con il presidente Conte era stato fissato un percorso in due fasi per salvare il bando periferie. “Un percorso che prevedeva l’intesa in unificata per sanare la presunta incostituzionalità di una norma che finanziava per 800 milioni di euro il bando periferie – riepiloga Decaro – quindi l’istruttoria di un iter per inserire nel primo decreto utile le risorse e fissare le procedure per riallocare i fondi. Oggi in Unificata era stata messa all’ordine del giorno l’intesa, un primo passo; ma il governo, sollevando un problema di natura tecnica, risolvibile, secondo noi, se solo ce ne fosse stata la volontà politica, l’ha tolta”. Di qui la sospensione delle relazioni. Che riguarderà la conferenza unificata e la conferenza Stato-città: cioè le sedi di concertazione istituzionale tra governo ed enti territoriali dalle quali passano tutti i provvedimenti dell’esecutivo, per l’acquisizione dei necessari pareri.

Ma andiamo a vedere, nell’elenco elaborato per madoniepress dal consulente e project manager Rosario Genchi, il dettaglio dei progetti che erano stati individuati e finanziati e che non verranno più realizzati:

• ALIMINUSA – € 755.000,00
Progetto esecutivo “Opere di arredo urbano nel centro abitato di Aliminusa II° lotto
• SCALFANI BAGNI – € 1.300.000
Arredo urbano del centro
• BOMPIETRO – € 1.352.876,31
Mobilità urbana sostenibile e di miglioramento del decoro urbano della strada comunale “Alaimo-Lupi”. Tangenziale al centro abitato della frazione Locati
• CALTAVUTURO – € 802.500,00
Lavori di riqualificazione di via Riscossa tra via Mazzini e via Mandrie 2° ed ultimo lotto
• PETRALIA SOTTANA – € 1.480.000,00
Lavori di riqualificazione e recupero della zona “QUARTIERE PUSTERNA”
• LASCARI – € 902.727,09
Riqualificazione urbana vari quartieri – I Stralcio Esecutivo Funzionale – Interventi sulle reti viarie e realizzazione pubblica illuminazione
• CEFALU’
€ 44.286,00 – Progetto di una tettoia per la protezione dei mezzi della Tenenza della G.F. di Cefalù
€ 170.000,00 – Comando Provinciale Carabinieri di Palermo – Lavori di manutenzione e rifunzionalizzazione della Compagnia Carabinieri Cefalù
• TERMINI IMERESE – € 22.500,00
Guardia di Finanza – Caserma della Compagnia di Termini Imerese – Piazza Umberto, 34 Realizzazione uffici, archivio e camerate da destinare al personale in ferma volontario
• SO.SVI.MA (ATS DI 18 COMUNI) – € 2.842.847,04
Polo diffuso per la riqualificazione urbana delle periferie dei comuni delle Madonie (Ente capofila di n.18 Comuni + 2 Partners privati)

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it