Torna la Targa Florio Classica, Campofelice non c’è: “Dobbiamo far conoscere tutte le Madonie”

Redazione

Cronaca

Torna la Targa Florio Classica, Campofelice non c’è: “Dobbiamo far conoscere tutte le Madonie”

Torna la Targa Florio Classica, Campofelice non c’è: “Dobbiamo far conoscere tutte le Madonie”
27 Settembre 2018 - 12:57

Dal 4 al 7 ottobre torna la Targa Florio Classica ancora una volta accoppiata al Ferrari Tribute. Ma le tappe decise dall’organizzazione, hanno scatenato (ancora una volta), le ire del Comitato Pro Madonie. “Ancora una volta la nostra terra, la nostra Campofelice, le nostre Madonie vengono trattati letteralmente a pesci in faccia. Ancora una volta il nostro territorio, la madre patria della Targa Florio, escluso da un’altra manifestazione automobilistica che, più di tutti avrebbe titolo ad essere la prima protagonista. Promuovere altre località, a vantaggio dell’intera Regione e della stessa Targa Florio. Quanto ancora dovrà subire questo territorio prima che possa tornare ad essere la protagonista assoluta come lo è sempre stata? Dove sono finite tutte le promesse fatte dall’organizzazione, che rassicurava un immediato ritorno della Targa, principalmente, sulle strade natie”?

Smorza subito la polemica Angelo Pizzuto, presidente Aci Club Palermo: “Non è che l’organizzazione ha qualcosa contro Campofelice – dice – La scelta è stata dettata dal fatto che il comune madonita è stato protagonista svariate volte del passaggio della Classica. L’obiettivo di questa manifestazione è quello di far conoscere tutti i tesori delle Madonie. e per questo ogni anno il percorso varia e cambia in base ai paesi non visitati o visitati meno. Sulla questione della Targa Florio, in generale, mi sono espresso in altre sedi. Le condizioni delle strade madonite sono sotto gli occhi di tutti. Invito il comitato Pro Madonie a farsi un giro sul territorio ed osservare da vicino la situazione pietosa delle nostre strade. Che non possono garantire i requisiti di sicurezza che sono necessari per organizzare questo tipo di gare”.

Tornando alla gara, la partenza è stata fissata per il 4 ottobre alle ore 17,30 da piazza Verdi a Palermo, proprio ai piedi del Teatro Massimo. L’evento si concluderà il 7 ottobre. Alla gara di regolarità si sono iscritte 75 auto classiche e 80 Ferrari con equipaggi provenienti da tutto il mondo. Insomma la Historic sarà come al solito un appuntamento dal grande fascino che, attraverso le sfide di precisione al centesimo della competizione di regolarità, porterà gli equipaggi a contatto con i luoghi più suggestivi della Sicilia. Sono tre le tappe. La prima venerdì 5 ottobre, da Palermo a Monreale, Partinico, Alcamo, Campobello di Mazara, Marsala, Trapani, Erice, Valderice e Cinisi. La seconda è dedicata al mito, sulle strade e tra la gente della Madonie. Il 6 ottobre le auto saranno protagoniste a Floriopoli, Cerda, Calatvuturo, Castellana Sicula, Petralia Sottana, Petralia Soprana, castelbuono, Cefalù, Termini Imerese, Altavilla Milicia, Casteldaccia, e ritorno a Palermo. Terza e ultima frazione con la rievocazione del circuito del Parco della Favorita a Palermo dopo aver toccato do nuovo Monreale, San Martino delle Scale e Piano Geli.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it