I 100 anni dalla fine della Prima Guerra Mondiale: se ne parla a Termini Imerese

Redazione

Cronaca

I 100 anni dalla fine della Prima Guerra Mondiale: se ne parla a Termini Imerese

I 100 anni dalla fine della Prima Guerra Mondiale: se ne parla a Termini Imerese
20 Novembre 2018 - 14:19

In occasione del Centenario della Prima Guerra Mondiale, si terrà a Termini Imerese sabato 24 novembre alle ore 10,30 nel Salone principale della Società Operaia di Mutuo Soccorso “Paolo Balsamo” la conferenza dal titolo: “Un secolo fa la Grande Guerra, poi il 4 novembre 1918, la pace, punti di riflessione”.

Il 24 maggio 1915, anche l’Italia interveniva nella Prima Guerra Mondiale, schierandosi a fianco degli eserciti dell’Intesa. Le nostre armate intrapresero una serie di logoranti combattimenti culminati con la dodicesima battaglia dell’Isonzo, conosciuta anche come battaglia di Caporetto (24 ottobre 1917). In questo scontro le forze austro-ungariche e tedesche, fecero arretrare gli italiani fino alle rive del Piave. In realtà, il “Fiume Sacro alla Patria” divenne la resistenza ad oltranza, e solamente la controffensiva di Vittorio Veneto (24 ottobre – 3 novembre 1918) portò alla resa l’Impero austro-ungarico, con il conseguente armistizio di Villa Giusti (3 novembre) e alla fine delle ostilità; mentre nel resto dell’Europa la guerra terminava il giorno 11 novembre.

Dopo i saluti di Giuseppe Vuono (Presidente della Società Operaia di Mutuo Soccorso “Paolo Balsamo”), si alterneranno Mario Piraino (Storico), Michele Nigro Sottotenente della Guardia di Finanza (Ricercatore Storico Militare); Enzo Giunta (Storico); Donaldo Di Cristofalo (Comitato spontaneo per lo studio delle fortificazioni militari). A moderare l’incontro sarà Damiano Giunta (Comitato spontaneo per lo studio delle fortificazioni militari). Sarà presente il sindaco di Termini Imerese Francesco Giunta.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it