Continua a nevicare, viabilità in ginocchio: “Usate l’auto solo per emergenze”

Michele Ferraro

Cronaca

Continua a nevicare, viabilità in ginocchio: “Usate l’auto solo per emergenze”

Continua a nevicare, viabilità in ginocchio: “Usate l’auto solo per emergenze”

Continua a nevicare intensamente e senza interruzioni praticamente in tutto il comprensorio madonita. Dalle 17 è in corso un’ulteriore bufera di neve che pregiudica non solo il transito delle automobili, ma anche la visibilità e la sicurezza per chi decide di muoversi a piedi all’interno delle strade comunali. Non ci sono stati incidenti né situazioni di particolare emergenza ma i problemi alla viabilità sono evidenti e cominciano già sull’Autostrada A19, le due carreggiate rimangono aperte al traffico, ma nel tratto che va da Scillato a Resuttano, compresi gli svincoli di Tremonzelli e Irosa la situazione è al limite della percorribilità. A testimoniarlo anche una nota diramata dall’Anas alle 17,43 nella quale si segnala traffico congestionato nel tratto indicato proprio per le massicce nevicate.

I pochi mezzi dell’Anas continuano a transitare lungo le principali arterie delle Madonie, nelle ultime 48 ore gli spalaneve hanno percorso diverse volte la strada statale 120, principale arteria che, dallo svincolo di Tremonzelli attraversa il territorio, da Castellana Sicula a Gangi, per poi inoltrarsi nella provincia ennese. Ciò nonostante la situazione della viabilità è critica: l’incessante nevicata di oggi consente di mantenere percorribili i tratti di strada “spalati” solo per poche decine di minuti, dopo di che l’asfalto torna ad imbiancarsi rendendo molto pericoloso il transito.

Stessa situazione lungo la Statale 290 che da Irosa, attraverso Blufi, conduce a Madonnuzza. Non va meglio lungo la Statale 286 che da Geraci raggiunge Castelbuono per terminare lungo il litorale agganciandosi alla settentrionale sicula. Anche qui, specie nel tratto che va dalla strada statale 120 a Geraci e da Geraci a Castelbuono le condizioni sono al limite della percorribilità, come per le altre arterie si sconsiglia la messa in transito di autovetture, se non per condizioni di emergenza e comunque con catene o mezzi 4×4. Percorribile con prudenza il tratto che da Castelbuono giunge allo svincolo autostradale ed alla SS 113. Le abbondanti nevicate hanno compromesso la viabilità anche della strada statale 643 Polizzi – Scillato.

Anche la Protezione Civile è all’opera lungo le strade provinciali dove la situazione, complicata dalle cattive condizioni del manto stradale, è ancora peggiore. Lungo le vie principali che conducono a Piano Battaglia (la SP 54 Petralia Sottana – Piano Battaglia, la SP 9 Collesano – Mongerrati e la SP 119 Polizzi – Piano Battaglia) si sono verificati diversi casi di automobilisti in panne: numerose le richieste di soccorso arrivate ai Carabinieri, ai vigili del Fuoco ed addirittura al Parroco di Piano Battaglia Don Santino Scileppi. Non va meglio lungo la strada provinciale 60 Gangi – San Mauro, anche qui nonostante l’attività della Protezione Civile la strada, pur rimanendo aperta al transito, è in via di fatto non percorribile se non, in casi di estrema urgenza, con mezzi adeguatamente dotati di catene o sistemi di trazione 4×4.

Pericolosa, per la presenza di ghiaccio e neve, anche la viabilità interna, specie nei comuni montani dove sono all’opera diversi mezzi, ruspe, bobcat, escavatori per liberare almeno le assi stradali principali, ma anche qui le incessanti nevicate vanificano il breve tempo i lavori ordinati dai sindaci che sconsigliano non solo il transito in automobile ma anche il transito a piedi, specie lungo strade e vicoli in pendenza, al fine di garantire l’incolumità personale.

Il consiglio del comandante della Compagnia carabinieri di Petralia Sottana, Daniele Nardone è quello di evitare di mettersi in circolo se non per situazioni di urgenza “La situazione è costantemente monitorata, nonostante le intense nevicate di questi giorni non abbiamo registrato incidenti o situazioni di emergenza. I mezzi spalaneve sono costantemente attivi, quindi non è il caso di sollevare allarmismi. Di certo, considerate le condizioni climatiche, il nostro consiglio e di evitare il più possibile gli spostamenti fin quando la situazione non sarà tornata alla normalità”

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it