Piano Battaglia, scene di ordinaria follia: auto impantanate, traffico in tilt e impianti chiusi

Redazione

Cronaca

Piano Battaglia, scene di ordinaria follia: auto impantanate, traffico in tilt e impianti chiusi

Piano Battaglia, scene di ordinaria follia: auto impantanate, traffico in tilt e impianti chiusi
14 Gennaio 2019 - 10:53

Non sono serviti gli appelli lanciati anche sui canali social: ieri scene di ordinaria follia a Piano Battaglia. Auto rimaste bloccate a causa della neve, traffico in tilt, tensione altissima, gente senza i dispositivi di sicurezza come le catene per auto e controlli ridotti quasi a zero. E gli impianti continuano a rimanere fermi. Mentre ieri ha aperto il fun park.

Insomma non c’è pace per Piano Battaglia. Che ha la neve, e tanta, ma non riesce a far fruttare questo potenziale incredibile turistico, facendosi travolgere da un’onda che potremmo definire di barbari. La strada che conduce a Piano Battaglia ieri si è trasformata in un campo di battaglia. Auto impantanate nella neve, gente senza catene che chiedeva una mano a spostare l’auto, traffico in tilt e una sola corsia per il transito dei veicoli. Il problema è ormai atavico: mancano i mezzi spargisale e spalaneve. E questo, un polo turistico come Piano Battaglia non se lo può permettere.

Ma non mancano i disagi anche per i residenti della zona, con Piano Battaglia a secco, forse a causa delle tubature ghiacciate. Insomma disservizi che non sono certo uno spot positivo per questi luoghi fantastici. Eppure la situazione dovrebbe normalizzarsi. Il prossimo fine settimana potrebbe essere quello decisivo per la riapertura degli impianti, dopo l’ok della Regione siciliana e le prove di evacuazione effettuate dal Soccorso Alpino. L’Anas ha dato una mano al comune di Petralia Sottana, sopperendo ai mezzi fermi della Protezione Civile, ma la neve che è caduta, ha reso gli sforzi vani. Senza una giusta prevenzione, infatti, si forma il pericolosissimo ghiaccio.

Per fortuna l’affluenza non è stata tantissima e non si sono verificati incidenti. Al pronto soccorso solo due interventi per persone cadute, ma con ferite lievi. Ora gli amanti dello sci e gli operatori turistici attendono con ansia che la Città metropolitana di Palermo e Piano Battaglia Srl perfezionino i termini di accordo per la gestione delle piste. Il bando di giovedì scorso è andato deserto e Palazzo Comitini intende procedere con affidamento diretto alla società che getisce gli impianti, per la gestione, la messa in sicurezza e la battitura delle piste. Entro un paio di giorni tale affidamento con un contributo di 91 mila euro dovrebbe essere perfezionato. Poi speriamo che si intensifichino i controlli: non è possibile far salire mezzi sprovvisti di catene.

Foto Associazione Piano Battaglia e Madonie

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it