Gioco d’azzardo online: quanto spendono gli italiani in un anno

Redazione

Italia - Economia

Gioco d’azzardo online: quanto spendono gli italiani in un anno
Comprendere l’andamento del gioco all’interno del Paese

Gioco d’azzardo online: quanto spendono gli italiani in un anno

27 Aprile 2019 - 09:53

Ogni anno in Italia vengono effettuate delle ricerche volte a comprendere l’andamento del gioco d’azzardo all’interno del Paese. La realtà che viene dipinta da queste ricerche è peculiare, con metodi di gioco che stanno quasi scomparendo, dei quali prendono posto modalità sempre più correlate all’utilizzo di internet. A fronte di una spesa annua in costante aumento, nel 2018 si sono superati per l’intero comparto i 38 miliardi di euro, i casinò tradizionali sono sull’orlo della crisi, con quello di Campione d’Italia già chiuso per fallimento.

La spesa degli italiani nel gioco d’azzardo
Come abbiamo detto, nel nostro Paese si spendono ogni anno più di 38 miliardi di euro, questi i dati del 2018, non molto dissimili da quelli del 2017, con una crescita elevata se si considerano gli anni precedenti. Ma come vengono spesi questi soldi? Per quanto riguarda i metodi tradizionali di gioco d’azzardo, quindi il classico casino fisico, stiamo parlando di una crisi nera, dalla quale sarà difficile risollevarsi. Stanno riscuotendo sempre meno successo anche la classiche “macchinette”, quelle che possiamo trovare nelle sale da bingo o nei locali sparsi un poco in tutta la penisola. Il mondo che invece mostra una grande forza e una costante crescita è quello dei casinò online e delle scommesse sportive in rete.

Perché si preferisce internet
Le motivazioni che portano il giocatore italiano a prediligere internet alle classiche modalità tradizionali sono svariate. Del resto il medesimo panorama si può vedere anche in molti altri ambiti, come ad esempio la prenotazione dei biglietti aerei o l’acquisto di alcuni bene. La rete è oggi il metodo più comodo e pratico per svolgere una lunga serie di attività, comprese le scommesse sul tavolo da gioco. Per accedere al tavolo verde bastano pochissimi minuti di tempo libero, non serve fare neppure un passo e la spesa può anche essere minima. Negli ultimi anni stanno prendendo piede anche i cosiddetti live casino: in pratica l’utente si “accomoda” attorno a un tavolo da gioco insieme ad altri giocatori, non virtuali ma reali come lui, con i quali può anche interloquire.

I siti dei casinò sono sicuri?
I giocatori lo sanno bene, in Italia i siti di gioco online sono sicuri e lontani da truffe e raggiri. Per poter attivare un sito di questo genere è infatti necessario avere a disposizione delle certificazioni di legge e la licenza rilasciata dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, che non solo verifica le società che gestiscono i siti, ma controlla periodicamente anche i software utilizzati quotidianamente, oltre a monitorare i regolamenti di ogni singolo gioco: le cifre redistribuite con le vincite devono essere correlate in modo perfetto a quanto raccolto dalle puntate e alle probabilità di vincita. L’utente italiano che utilizza questi siti quindi è del tutto tutelato sotto questo punto di vista, a patto di utilizzare esclusivamente siti che mostrano le autorizzazioni da parte dell’ADM e da diffidare da chiunque dichiari solo di aver richiesto tale certificazione, senza averla ancora realmente ottenuta.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it