Forza Italia primo partito nelle Madonie

Michele Ferraro

Politica - L'analisi del voto

Forza Italia primo partito nelle Madonie
Il Movimento 5 Stelle è il secondo partito ma perde il 38% dei voti rispetto alle politiche di marzo 2018

Forza Italia primo partito nelle Madonie

27 Maggio 2019 - 12:49

Nel comprensorio Madonita – Imerese il Movimento 5 Stelle e Forza Italia si dividono il bottino: i Grillini piazzano 14 bandierine, risultando primo partito nei comuni di Aliminusa, Blufi, Bompietro, Caltavuturo, Campofelice di Roccella, Castelbuono, Cefalù, Collesano, Isnello, Petralia Soprana, Petralia Sottana, Polizzi Generosa, Sclafani Bagni, Termini Imerese.

Appena un passo indietro Forza Italia che risulta il partito più votato in 13 comuni: Alia, Caccamo, Castellana Sicula, Cerda, Gangi, Geraci, Gratteri, Lascari, Montemaggiore Belsito, Pollina, Sciara, Scillato, Valledolmo. Una “bandierina” in meno quindi, anche se il dato complessivo dei voti di lista raccolti dagli azzurri fanno di Forza Italia il primo partito delle Madonie, grazie ad una manciata di voti in più raccolti rispetto al Movimento 5 Stelle.

La Lega piazza due sole bandiere: ad Alimena e San Mauro Castelverde, ma è il partito che cresce di più rispetto alle politiche del 2018. Nessuna bandierina invece per il PD.

Analizzando il dato dei singoli comuni (LEGGI QUI I DATI) emerge che Alimena è il paese più leghista delle Madonie. Il comune guidato da Scrivano, con il suo 42,38% per il partito di Salvini sembra un municipio della bassa padana. Mentre i leghisti fanno flop ad Aliminusa e Gangi, dove si fermano al 12%. Il Movimento 5 Stelle sfonda a Caltavuturo (44%) mentre Scillato è fra i comuni più Berlusconiani d’Italia con un incredibile 52%. Il PD ottiene il risultato migliore a Petralia Sottana, dove supera il 26% mentre racimola sola 26 voti a San Mauro Castelverde, pari appena al 5% dei votanti.

I dati più interessanti vengono fuori confrontando i risultati della tornata elettorale di ieri con quelli delle elezioni politiche di poco più di un anno fa (marzo 2018).

Comparando i voti di lista espressi ieri nei 29 comuni madoniti con i voti di lista di marzo 2018 tutti (tranne la Lega) perdono qualcosa, frutto della scarsa affluenza alle urne di ieri. Ma se il PD rimane sostanzialmente stabile con i 7.036 voti raccolti ieri, rispetto ai 7.274 dell’anno scorso, il Movimento 5 Stelle è letteralmente crollato, perdendo un’enorme quantità di voti: dai 29.875 raccolti alle politiche i grillini sono scesi a 11.502 preferenze, perdendo in un sol colpo la bellezza di 18.355 elettori (-38%).

Perde poco meno di 2mila voti Forza Italia che comunque si attesta come primo partito del territorio con i suoi 11.568 voti di lista, mentre la Lega balza da 3.587 voti dell’anno scorso ai 9.017 di ieri. Perde terreno anche Fratelli d’Italia che da 3.482 voti scende 2.197.

VOTI DI LISTA NEI 29 COMUNI ANALIZZATI
FORZA ITALIA 11.568
MOVIMENTO 5 STELLE 11.502
LEGA NORD 9.017
PARTITO DEMOCRATICO 7.036
FRATELLI D’ITALIA 2.197

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it