Vertenza Blutec – “Si riparta da zero per il rilancio del sito industriale”

Giuseppe Di Gesù

Cronaca - Termini Imerese

Vertenza Blutec – “Si riparta da zero per il rilancio del sito industriale”
Oggi tavolo tecnico per chiarire alcuni punti importanti della questione

Vertenza Blutec – “Si riparta da zero per il rilancio del sito industriale”

24 Giugno 2019 - 18:59

Oggi presso la sala La Barbera del comune di Termini Imerese, Tavolo Tecnico dedicato alla vertenza ex Fiat/Blutec e allo sviluppo del territorio. Hanno preso parte all’incontro Giorgio Sorial – Vice Capo Gabinetto del Ministro Luigi Di Maio; Marco Calabrò – Dirigente Mise; Paolo Praticò – Dirigente Invitalia; Giuseppe Glorioso – Commissario Giudiziale Blutec; Giulio Ventura – Coadiuvatore tecnico dell’Amministrazione Giudiziaria Blutec; Carmelo Fertitta – Dirigente Regione Siciliana; Girolamo Di Fazio – Commissario Straordinario Termini Imerese; Anna Amoroso – Presidente Consiglio comunale Termini Imerese; Giovanna Marano – Assessore Comune Palermo; Filippo Doce – Sindaco Aliminusa; Antonio Mesi – Sindaco Montemaggiore Belsito; Salvatore Geraci – Sindaco Cerda; Nicasio Di Cola – Sindaco Caccamo; Roberto Baragona – Sindaco Sciara; Leonardo Ortolano – Sindaco Trabia; Michela Taravella – Sindaco Campofelice di Roccella; Orazio Scarpinato – Assessore Ventimiglia di Sicilia; Caterina Provenza – Assessore Lascari; Fortunato Basile – Sindaco Baucina; Magda Culotta – Sindaco Pollina; Loredana Russo e Antonella Campagna – Senatrici; Luigi Sunseri –  onorevole Regione siciliana. .

L’incontro era stato richiesto dal Comitato permanente dei Sindaci nel tavolo tecnico del 9 aprile scoro che si era tenuto a Roma, dopo i noti fatti di cronaca giudiziaria. Giorgio Sorial ha riferito sull’incontro avvenuto il 21 giugno a Roma con i sindacati e con i rappresentanti delle Regioni coinvolte dove si è proceduto alla proroga della Cassa Integrazione per i lavoratori fino al 31 dicembre 2019. Lo tesso Sorial ha proposto task force per una rivisitazione dell’Accordo di programma quadro tra tutti i partner istituzionali “partendo da zero” e calendarizzando un incontro operativo e propositivo entro il mese di luglio.

“In realtà questo progetto non è mai partito, mai andato in coerenza con quello che era il piano che era stato presentato dall’Azienda – ha affermato Sorial – Blutec oggi è governata da un amministratore giudiziale che ha l’obbligo di presentare un piano industriale al Tribunale che garantisca il perimetro ed il rilancio di tutta l’azienda. La Blutec è come se non esistesse dopo l’introduzione di questo amministratore, ma non fa parte solo del progetto di Termini Imerese e comprende anche altri siti in Abruzzo e in Piemonte”.

Sorial ha poi elogiato il Commissario Giudiziale dell’Azienda Blutec, Giuseppe Glorioso che, oltre ad avere ridotto esposizione debitoria del gruppo Blutec,  ha messo in atto una serie di procedure per pubblicizzare le potenzialità del sito. Invitalia, attraverso il suo Dirigente Praticò ha comunicato la disponibilità di incentivi finanziari. Mentre il Mise ha confermato che il rilancio del territorio deve essere legato alla sua vocazione e valorizzazione e messa a sistema. La Regione Siciliana rappresentata dal Dirigente Carmelo Fertitta ha confermato gli impegni assunti personalmente da presidente della Regione Nello Musumeci per un fondamentale progetto di riconversione e reindustrializzazione dell’area.  Il Comitato dei Sindaci, si è assunto l’onere di intraprendere ogni iniziativa ritenuta utile e propositiva a supporto del Governo centrale e regionale.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it