Nasce l’albo dei fornitori di prodotti agroalimentari madoniti

Redazione

Senza categoria - Castellana Sicula

Nasce l’albo dei fornitori di prodotti agroalimentari madoniti
Nell'ambito del Piano del Cibo delle Madonie per l’inserimento di prodotti locali nelle mense scolastiche

Nasce l’albo dei fornitori di prodotti agroalimentari madoniti

07 Agosto 2019 - 17:44

Un albo dei produttori agricoli, dei trasformatori e dei commercianti di prodotti agroalimentari delle Madonie è il secondo step per l’avvio del Piano del cibo coordinato dal GAL Isc Madonie. La costituzione dell’albo è funzionale all’avvio di progetti pilota che prevedono l’inserimento nelle mense scolastiche di prodotti del territorio. Rientra nel manifesto programmatico predisposto dal GAL Madonie per l’attuazione del Piano del Cibo le cui finalità sono quelle di promuovere una educazione alimentare equilibrata e corretta utilizzando le produzioni agroalimentari del territorio. Tra gli obiettivi del Piano, anche quello di creare e sviluppare filiere corte e mercati locali, come previsto dal P.A.L. “Comunità Rurali Resilienti”.

Questo speciale registro dei produttori agricoli, dei trasformatori e dei commercianti di prodotti agroalimentari della Madonie è una delle prime azioni operative dopo la fase di studio, attuata con focus e incontri con amministratori locali e operatori del settore, propedeutica alla stesura del Piano stesso. I fornitori devono appartenere alle categorie merceologiche delle filiere ortofrutticola, cerealicola, delle piante officinali, dell’olio, dei prodotti zootecnici e delle produzioni biologiche o integrate (es: pasta, pane, formaggi, carni, pesci, salse, acqua minerale, sale etc).

A questo speciale albo, si potranno iscrivere, oltre ai produttori e trasformatori, anche gli operatori che intendono commercializzare i prodotti appartenenti alle filiere interessate. Requisito imprescindibile per accedere all’albo è quello di avere la sede operativa della propria ditta in uno dei trentaquattro comuni che fanno parte del GAL Isc Madonie.

“Con questa iniziativa – afferma la vice presidente Enza Pisa – il GAL conferma il suo ruolo di promotore della cultura del mangiare sano, valorizzando al contempo le eccellenze prodotte nel territorio. Importante è l’impatto economico che potrebbe scaturire da questa strategia, se si creano le giuste sinergie tra produttori, istituzioni locali e Gal. Da una stima effettuata, risulta che le mense scolastiche generano sul territorio madonita un flusso economico pari a circa 2 milioni di euro, di cui circa il 50% è rappresentato dal valore dei prodotti. Con vari progetti, soprattutto nelle scuole, il GAL ha già avviato un percorso di sensibilizzazione rivolto agli studenti ed alle loro famiglie, per creare quel cambiamento culturale necessario a favorire la diffusione della Dieta mediterranea, come stile di vita. Appare altresì fondamentale il contributo delle mense tipiche di qualità all’interno della strategia più complessiva del Piano del Cibo che, speriamo, possa traguardare obiettivi più ambiziosi, connessi all’attività del Distretto del Cibo al quale come GAL abbiamo dato un impulso importante”.

Il termine ultimo per la presentazione delle domande, per la costituzione del primo albo fornitori, è fissato al 26 agosto prossimo. Successivamente, l’albo sarà aggiornato con cadenza periodica, al fine di favorire i nuovi inserimenti. L’avviso con tutte le informazioni e i modelli da utilizzare per l’iscrizione all’albo dei produttori agricoli, dei trasformatori e dei commercianti di prodotti agricoli madoniti è pubblicato nei siti istituzionali del GAL (www.madoniegal.it) e dei Comuni soci.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it