Incendio del 3 agosto, l’opposizione accusa il sindaco: “Nessuna prevenzione”

Redazione

Politica - Petralia Soprana

Incendio del 3 agosto, l’opposizione accusa il sindaco: “Nessuna prevenzione”
Con una dura nota inviata alla stampa il gruppo "Noi con voi" puntano il dito sul sindaco Pietro Macaluso e la sua Giunta

Incendio del 3 agosto, l’opposizione accusa il sindaco: “Nessuna prevenzione”

14 Agosto 2019 - 11:22

Duro attacco del gruppo di opposizione nei confronti del sindaco di Petralia Soprana Pietro Macaluso. I consiglieri della lista “Noi con Voi” tornano sul violento incendio che lo scorso 3 agosto 2019 ha devastato il versante nord e sud-est del paese, causando danni al territorio fino alle porte del centro. “I cittadini hanno dovuto abbandonare le proprie case per il fumo intenso e il pericolo imminente – scrivono in una nota i consiglieri – Sono andate in fumo le vasche per l’approvvigionamento idrico degli elicotteri in caso di incendio. E’ andata distrutta la cabina elettrica di Porta Seri con gravi ripercussioni sul centro storico e disagi per cittadini, turisti ed esercizi commerciali. L’incendio ha, inoltre, bruciato una finestra della Chiesa di Loreto e danneggiato diverse abitazioni del versante sud-est. Condanniamo assolutamente l’azione di chi ha provocato l’incendio ma non possiamo non fare alcune doverose considerazioni relative alla prevenzione di tali eventi”.

L’opposizione punta il dito sulla mancata pulizia del territorio comunale, “Diverse volte avevamo segnalato il problema all’amministrazione comunale senza avere nessuno riscontro. Lo scorso luglio il nostro Gruppo, dopo aver ricevuto numerose segnalazioni, si è prodigato per la pulizia di un’area del territorio, la Villetta comunale di Fasanò (in questo link l’articolo) con spirito di volontariato e per dare uno stimolo al sindaco e alla sua giunta a essere attenti alla problematica. Ciò non è avvenuto e nel Consiglio comunale del 29 Luglio il sindaco non si è degnato nemmeno di dirci grazie per l’azione eseguita”.

“La cosa che ci ha addolorato di più e che non riusciamo a capire – proseguono i consiglieri di opposizione – è il perché l’incendio ha colpito e distrutto dei punti strategici come le vasche dell’acqua che dovevano servire per un’immediata azione degli elicotteri in caso di incendio e la cabina elettrica che alimenta buona parte del Centro storico. E’ mai possibile che il sindaco e la sua amministrazione non avevano provveduto a mettere in sicurezza queste aree? Solo il 24 luglio la Giunta ha prelevato 2.500 euro dal Fondo di Riserva per la pulizia del territorio. Forse un po’ tardivo il pensiero. Forse non vi è stata alcuna programmazione degli interventi di pulizia e di prevenzione degli incendi? Eppure è proprio il sindaco Pietro Macaluso ad afferma chiaramente che “… non è la prima volta che il nostro paese viene attaccato dalle fiamme. Negli anni passati dallo stesso punto sono partiti altri incendi che sono arrivati quasi alle porte di Petralia Soprana …”. “Proprio perché non era la prima volta occorreva salvaguardare almeno i punti strategici di quel versante. Cosa che evidentemente, purtroppo per il nostro paese, non è stata fatta dall’amministrazione comunale”.

Sono strane le scelte operate da questa amministrazione che preferisce spendere soldi ad esempio in spettacoli o per aderire a un Concorso (Comune fiorito) e non per la pulizia del territorio – concludono i consiglieri – Non basta la visibilità del Sindaco per migliorare la qualità della vita dei Cittadini di Petralia Soprana. Alla pulizia del territorio, purtroppo, ha provveduto l’incendio, provocando un’autentica ferita al paesaggio proprio nel momento di maggiore presenza turistica. Lavoriamo tanto per attirare i turisti e poi li facciamo scappare affumicati. Abbiamo dato assenso alla convocazione di un Consiglio comunale straordinario, ma aperto, per consentire ai cittadini di esprimere i loro pareri e suggerimenti sulla prevenzione degli incendi nel territorio, cosa che il Presidente del Consiglio Agnello ha categoricamente rifiutato. Ci sembra ridicola e tardiva la Delibera di Giunta “Approvazione linee di azione strategiche interistituzionali in materia di ntincendio”. Il gruppo “Noi con voi” conclude la nota chiedendo le dimissioni del Sindaco Pietro Macaluso.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it