Eduscopio, i dati premiano gli Istituti di Gangi: fra i migliori della Regione

Marianna Lo Pizzo

Cronaca - Gangi

Eduscopio, i dati premiano gli Istituti di Gangi: fra i migliori della Regione
Secondo la classifica Eduscopio delle migliori scuole superiori d'Italia l’ISIS di Gangi è uno dei migliori istituti della Sicilia

Eduscopio, i dati premiano gli Istituti di Gangi: fra i migliori della Regione

09 Novembre 2019 - 17:41

L’ISIS di Gangi si conferma uno degli istituti comprensivi di istruzione superiore migliori della Sicilia, a “certificare il dato” la classifica Eduscopio delle migliori scuole superiori d’Italia

Il Liceo Scientifico e L’Istituto Tecnico Economico e Turismo (ITE) Giuseppe Salerno di Gangi nell’indagine Eduscopio anno 2019-2020 della Fondazione Agnelli di Torino, risultano ancora una volta fra le migliori scuole superiori, primeggiando non solo della regione ma anche a confronto di numerosi “illustri” istituti di Roma, Milano, Torino.

Il Liceo Scientifico, ad esempio, migliora ulteriormente gli ottimi dati registrati l’anno scorso, conquistando il secondo posto assoluto in Sicilia ed il primo posto in provincia di Palermo, superando il “famoso” Liceo S. Cannizzaro del capoluogo.

L’indagine Eduscopio 2019-2020, della Fondazione Agnelli di Torino, attribuisce al Liceo di Gangi un indice FCA 79,96, in crescita di 5 punti rispetto all’anno precedente, mentre l’Istituto Tecnico Economico e Turismo “G. Salerno” rimane la scuola con più alto indice FGA 68,62.

Chi sceglie il Liceo Scientifico difficilmente abbandona i successivi studi universitari: solo il 14%, un dato notevolmente inferiore rispetto alla media regionale. Altissimo il dato sugli studenti immatricolati che superano il primo anno accademico: l’82%  contro una media regionale del 76%. Il 53,60% sceglie facoltà scientifiche e tecniche. Il 15,0% le professioni sanitarie e ben il 7,1% quelle mediche. Oltre la metà sceglie un università regionale. Un dato di speranza? Certamente, ma non basta.

Per quanto riguarda l’Istituto Tecnico Economico, il 37% degli studenti diplomati scelgono di proseguire con gli studi universitari, scegliendo per lo più atenei siciliani. Fra gli studenti che invece scelgono di andare incontro al mondo del lavoro subito dopo il diploma di maturità tecnica economica il 6,3% trova occupazioni coerenti con il titolo di studio, il 31,3% professioni trasversali e il 62,5% lavori non coerenti con il titolo di studio conseguito. Dopo due anni i diplomati di questo istituto hanno per il 26,7% contratti di lavoro stabili, il 33,3% contratti di apprendistato e il 40% contratti temporanei o stagionali.

Anche il dato dei NEET/Disoccupati o emigrati si mantiene inferiore del 5% rispetto alla media regionale degli Istituti della stessa natura.  La sfida dei prossimi anni dovrà tenere conto di diversi fattori. Il calo demografico principalmente e l’emigrazione che non si arresta. Nonostante questo l’Isis aumenta il numero di iscrizioni annue.

Il Dirigente Scolastico Ignazio Sauro si dichiara orgoglioso di questo risultato e conferma la volontà di investire sulla Scuola in relazione con il territorio e la cittadinanza.

“Ovviamente sono felice che dall’indagine di Eduscopio emerga la brillante realtà di una piccola scuola che però è un faro di qualità nel sistema di istruzione regionale e nazionale. E’ vero, gli studenti diplomati nella nostra scuola conseguono ottimi risultati nelle università che scelgono per proseguire la loro formazione: è il segno che didattica, organizzazione, ambiente educativo del nostro servizio di istruzione è di un valore tale da reggere le sfide più impegnative della contemporaneità – afferma Ingazio Sauro – La missione di questa scuola è quella di continuare ad essere un luogo privilegiato di formazione culturale, di mantenere saldo il ruolo di riferimento irrinunciabile per il sistema di istruzione del territorio e di provare a imboccare con decisione la strada di ripensare alla scuola non più soltanto come a edificio scolastico ma mutarlo in un vero e proprio Civic Center, un luogo cioè della città e per la città, un centro culturale in cui la comunità intera contribuisce a definire la propria identità e a costruire il proprio futuro. E’ l’occasione questa per chiamare a raccolta tutto il territorio a impegnarsi in questa scommessa e presto, mi auguro, ci sarà modo di capire e conoscere come potrebbe essere possibile. Intanto un grande grazie a quanti operano a vario titolo in questa scuola e alle famiglie che continuano ad avere fiducia in noi: facciamo di tutto per rispondere alle loro attese. Ai genitori e agli studenti delle medie che si accingono a scegliere la scuola superiore per continuare il loro percorso di studi, dico che saremo felici di accoglierli in una delle scuole migliori di Sicilia e che il nostro unico interesse è il loro futuro e il nostro compito fornire loro la migliore cassetta di attrezzi per costruirlo.”

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it