Nuovi reperti al museo della Targa Florio: c’è il casco di Armando Floridia

Redazione

Cronaca - Collesano

Nuovi reperti al museo della Targa Florio: c’è il casco di Armando Floridia
Alla struttura sono stati donati i reperti del pilota Armando Floridia, vincitore assoluto della Targa Florio 1976 su Osella BMW PA4

Nuovi reperti al museo della Targa Florio: c’è il casco di Armando Floridia

24 Gennaio 2020 - 10:35

Si amplia la collezione del museo della targa Florio di Collesano. Alla struttura, per la sezione Auto Storica, sono stati donati i reperti del pilota Armando Floridia, vincitore assoluto della Targa Florio 1976 su Osella BMW PA4. Il Cda del museo ha voluto ringraziare l’ex pilota Floridia del regalo fatto al museo, un casco usato in gara nella stagione 1972 ed alla Targa Florio di quell’anno, guidando una Porsche 914/6 della casa di Stoccarda affidata a Straehle, oltre ad un quadro (con tanto di dedica), raffigurante il trionfo alla Targa Florio 1976 in coppia con Eugenio Renna in arte “Amphicar” su Osella BMW PA4, contribuendo così ad impreziosire il corredo iconografico del Museo della Targa Florio di Collesano.

Armando Floridia ha partecipato ben otto volte alla Targa Florio, guidando Chevron, Osella e Porsche. Nel 1967 ha gareggiato su Porsche 356 in coppia con Francesco Troja, usando lo pseudonimo di Black and White, nella classe 1600 per la Scuderia Pegaso; nel 1968 in coppia con Carlo Randazzo su Porsche 911; nel 1969 in coppia con Marchiolo e si ritira per incidente. Nel 1972 gareggia in coppia con Schmidt con una Porsche 914 ed è 10° assoluto; nel 1973 con una Chevron per la Brescia Corse; nel 1974 in coppia con Veninata su Chevron e si ritirerà. Nel 1975 si classifica secondo assoluto dietro la coppia Merzario-Vaccarella correndo insieme ad Eugenio Renna (che correva con lo pseudonimo di “Amphicar” con la Chevron B26. Nel 1976 vince sempre la Targa Florio in coppia con Eugenio Renna coronando il suo grande sogno. Ha corso, sempre in coppia con Amphicar, anche una mille chilometri di Monza piazzandosi quarto assoluto. Ha corso inoltre a Imola, Pergusa e nel 1976 si è piazzato sesto assoluto sempre a Monza in una corsa valida per il Campionato Mondiale Marche.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it