Crisi politica a Campofelice: due consiglieri abbandonano la maggioranza

Redazione

Politica - Nasce il gruppo "Donne e valori"

Crisi politica a Campofelice: due consiglieri abbandonano la maggioranza
Miryam Taravella e Matilde Prinzi creano il gruppo consiliare "Donne e Valori" e abbandonano in polemica la maggioranza.

Crisi politica a Campofelice: due consiglieri abbandonano la maggioranza

23 Aprile 2020 - 18:38

Terremoto politico a Campofelice di Roccella dove l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Michela Taravella ha di fatto perso la maggioranza in Consiglio Comunale. Miryam Venturella e Matilde Prinzi
hanno infatti abbandonato il gruppo di maggioranza “Siamo Campofelice” per costituire un nuovo gruppo “Donne e Valori” che, stando al tenore della lettera con la quale le due consigliere annunciano l’avvio dle
nuovo percorso, sembra proprio che si posizionerà all’opposizione.

“E’ stata una decisione dura e sofferta ma inevitabile. Il sindaco ha portato avanti la politica della divisione esterna ed interna, scegliendo di isolare il gruppo di maggioranza allontanando quasi tutte le forze politiche che ci avevano sostenuto in questo percorso aiutandoci a determinare la vittoria. Internamente è riuscita con le sue innumerevoli e false promesse a disgregare un intero gruppo tanto che addirittura ad oggi all’interno della maggioranza, che almeno formalmente dovrebbe apparine unita, si è creato un gruppo di Forza Italia che ha deciso di esporsi con un documento ufficiale. Ad un certo punto è diventato impossibile rinnovarle la fiducia che non merita affatto perchè non troviamo corretto il suo atteggiamento disgregativo e di esclusione e anche per le troppe promesse fatte e non mantenute che l’hanno privata ai nostri occhi della giusta credibilità”

“In questo momento la nostra comunità non ha certo bisogno di polemiche. Io, la giunta comunale, il presidente del Consiglio siamo totalmente assorbiti dall’emergenza coronavirus per far fronte ai problemi concreti della gente. Problemi economici, psicologici che rappresentano la priorità per noi – afferma il sindaco Michela Taravella– sono dispiaciuta e particolarmente amareggiata nei confronti di chi, senza motivo, si è astenuto dalla proposta di approvazione dell’anticipazione di liquidità che avevamo preparato con la Giunta Comunale per ottenere dalla Cassa Depositi e Prestiti 360 mila euro che sarebbero serviti per azzerare il disavanzo nei confronti della società che si occupa dei rifiuti e che sarebbero serviti per pagare gli stipendi arretrati agli operatori ecologici. In queste ore ho ricevuto tantissimi messaggi di solidarietà da concittadini, colleghi di altri comuni, deputazione regionale. Andiamo avanti per il bene di tutti”.

 

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it