Il rilancio turistico post Covid-19, Petralia Sottana aderisce a “Circolare”

Redazione

Cronaca - Il progetto

Il rilancio turistico post Covid-19, Petralia Sottana aderisce a “Circolare”
Sono più di 40 i Comuni siciliani che hanno aderito alla rete turistico/culturale "Circolare" per promuovere la Sicilia

Il rilancio turistico post Covid-19, Petralia Sottana aderisce a “Circolare”

24 Maggio 2020 - 15:46

Sono più di 40 i Comuni siciliani che hanno aderito alla rete turistico/culturale “Circolare” per promuovere sotto l’headline “Turista a casa tua… per vincere tutti” la Sicilia, le sue città, i suoi borghi, il territorio e tutte le essenze dell’Isola. Tra questi Petralia Sottana, il comune Bandiera Arancione del Touring Club che si avvarrà, per la ripresa del turismo, in un circuito che vedrà coinvolte alcune delle mete turistiche più celebri della Sicilia. Un progetto curato dalla GrowApp che procederà a step, che ha grandi obiettivi, che si sviluppa su esperienze acquisite, innovazione e conoscenza tra marketing e territori, ma sopratutto nato per vincere la scommessa, in maniera corale, della “ri-partenza” post Covid-19.

Il progetto punta alla creazione, non solo nell’immaginario collettivo, della filiera turistica di “prossimità” e si declinerà sul logo “Circolare”. Indica una forma o proprietà affini a quelle del cerchio. Perché è il moto di un punto o di un corpo la cui traiettoria sia una circonferenza, quindi torna al punto di partenza (viaggio circolare), ma anche che ha, o che consente, larga libertà di circolazione. Ed ancora “assegno circolare” con l’assoluta garanzia di incasso, senza nessuna possibilità di fregatura. E poi restando in tema di viaggio biglietto circolare, e abbonamento circolare, per i mezzi di trasporto.  Quindi possibilità di movimento, anche in gruppo, con la famiglia.

“Ma in questo nome c’è dell’altro – afferma Giancarlo Campisi, primo manager della Growapp e responsabile dell’iniziativa – c’è l’idea della notizia distribuita a una cerchia di persone sempre più ampia, l’idea di tramutare il tutto in un logo, in una campagna istituzionale tesa a favorire il “viaggio” turistico, in Sicilia, da parte degli stessi Siciliani”. Per Chiara Sciarroni, esperta di turismo e componente del team di progetto: “Circolare diventa il nuovo modo di fare vacanza, e sentirsi turista a casa propria”. Ed evidenzia che “su una piattaforma di app e social – nella prima fase – avviene, in simultanea, lo scambio di informazioni, di spunti, di suggerimenti per valorizzare luoghi, territori, arte, riti, giusti, saperi della nostra Isola, al di là della bellezza stereotipata delle spiagge, dei parchi, dei parchi, delle valli della Sicilia. Uno scambio simultaneo, immediato, condivisibile, tra milioni di utenti, che giunge sul telefonino, praticamente a tutti”.

Massimo Scaffidi, giornalista e project manager di “Circolare”, che seguirà gli aspetti delle strategie di comunicazione del progetto sottolinea che “l’innovazione del progetto consiste che Comunicare è la forza di un’idea. Ogni paese diventa testimone di se stesso in “terra straniera”. Tanti Ulisse che promuovano la loro Itaca, e l’idea del viaggio”. E a sua volta evidenzia che in questo progetto non è trascurabile il concetto che il successo è determinato dal lavoro del team, perché solo “uniti si vince”. Il primo lancio dell’iniziativa coinvolge direttamente 40 comuni, piccoli e grandi.  Un campione di rappresentatività di quella che la vera essenza della sicilianità.

“Stiamo avendo anche altre richieste di adesione – spiega Campisi – il progetto è tutto work in progress, si autoalimenterà con i suoi stessi successi. Ma era importante definire una base: quella dei comuni che aderiscono al progetto delle app che riunisce tantissimi comuni isolani”. Senza essere strateghi “Circolare” è già, nella sua idea iniziale, una tra le soluzioni e strategie per dare un senso alle vacanze 2020 in Sicilia, quelle dei Siciliani. Riaprire l’Isola ai turisti domestici in attesa del ritorno, nel 2021, quella degli “altri” ma nel contempo individuare nuovi target, nuove fasce di clientela da curare e coccolare anche in futuro.

(La foto è di Tommaso Di Prima)

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it