Flat tax al 7%, le Madonie diventano paradiso fiscale per i pensionati esteri

Michele Ferraro

Cronaca - Fiscalità di vantaggio per i borghi del Sud

Flat tax al 7%, le Madonie diventano paradiso fiscale per i pensionati esteri
La misura è destinata alle persone fisiche non residenti in Italia che percepiscono redditi da pensione di fonte estera

Flat tax al 7%, le Madonie diventano paradiso fiscale per i pensionati esteri

22 Giugno 2020 - 16:53

Approvata la flat tax al 7% per i pensionati esteri che si trasferiscono al Sud Italia. E’ stato infatti istituito il codice tributo (1899) per il versamento dell’imposta entro il prossimo 30 giugno. La novità è contenuta nella risoluzione 19/E/2020 del 21 aprile, che completa le modalità applicative previste dal provvedimento adottato dal Governo lo scorso 31 maggio 2019 e previsto dalla legge di Bilancio 2019 (articolo 1, comma 273 della legge 145/2018).

Grazie alla nuova flat tax Le persone fisiche non residenti in Italia che percepiscono redditi da pensione di fonte estera hanno la facoltà di optare per un’imposta sostitutiva del 7% su tutti i redditi prodotti all’estero (non solo sulle pensioni) per cinque anni, in alternativa alla tassazione ordinaria, se sceglieranno di trasferirsi in una Regione del Sud e in un paese a bassa densità abitativa; appartenenti al territorio di Sicilia, Calabria, Sardegna, Campania, Basilicata, Abruzzo, Molise e Puglia, con popolazione non superiore a 20mila abitanti.

L’opzione per il regime di imposta sostitutiva si perfeziona con la presentazione della dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta in cui i soggetti interessati hanno effettivamente trasferito la residenza fiscale in uno dei Comuni del Sud aventi le caratteristiche previste dalla norma ed è efficace a decorrere dallo stesso periodo d’imposta.

In particolare, nella dichiarazione dei redditi il contribuente è tenuto a riportare i cinque requisiti che danno diritto all’opzione;

1. Lo status di non residente in Italia per un tempo almeno pari a cinque periodi di imposta precedenti l’inizio di validità dell’opzione;

2. La giurisdizione o le giurisdizioni in cui ha avuto l’ultima residenza fiscale prima dell’esercizio di validità dell’opzione tra quelle in cui sono in vigore accordi di cooperazione amministrativa nel settore fiscale;

3. Gli Stati o territori esteri per i quali intende esercitare la facoltà di non avvalersi dell’applicazione dell’imposta sostitutiva;

4. Lo Stato di residenza del soggetto estero erogante i redditi;

5. L’ammontare dei redditi di fonte estera da assoggettare all’imposta sostitutiva.

Un’occasione d’oro per i comuni delle Madonie, che rientrano perfettamente nella “tipologia” di destinazioni previste dalla flat tax. Se a ciò aggiungiamo la possibilità di acquistare casa con un solo euro, come avviene ad esempio a Gangi, l’occasione da ghiotta diventa imperdibile per i pensionati di mezza Europa che, con una adeguata campagna di comunicazione, potrebbe individuare proprio nei piccoli e tranquilli borghi Madoniti la destinazione ideale per vivere al meglio gli anni del meritato riposo.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it