Assunzioni all’Ars, basta la scuola media! Nasce il comitato di protesta “Perché Studio?”

Michele Ferraro

Cronaca - Lanciata una petizione

Assunzioni all’Ars, basta la scuola media! Nasce il comitato di protesta “Perché Studio?”
Lanciata una petizione on line per chiedere di bloccare il concorso e modificare i criteri di selezione

Assunzioni all’Ars, basta la scuola media! Nasce il comitato di protesta “Perché Studio?”

17 Febbraio 2021 - 15:51

Nasce a Palermo e in Sicilia il comitato “Perché Studio?”. La spinta nasce dalla pubblicazione da parte dell’Assemblea Regionale Siciliana di un bando di concorso per la selezione di 23 assistenti parlamentari, aperto a tutti i cittadini maggiorenni, che abbiano ottenuto ottimo o la votazione di 10/10 alle scuole medie, nulla di più.

“Perché studio?! è un comitato spontaneo, autonomo e trasversale – dicono i ragazzi promotori. – Siamo un gruppo di giovani siciliani convinti che il Diritto allo Studio debba tornare ad essere interesse primario della Governance della nostra regione e che il Diritto dei giovani di affidarsi alle proprie istituzioni perché tutelino l’impegno e la dedizione profusi per formarsi nel nostro territorio sia finalmente riconosciuto e valorizzato dalle istituzioni regionali!”

Oltre all’appello, rivolto a giovani, studenti, associazioni e sindacati I promotori del comitato “Perché Studio?!” hanno lanciato anche una raccolta di firme per chiedere al Governo Regionale di intervenire tempestivamente e alla Presidenza dell’Assemblea Regionale di ritirare il bando di concorso e, nel caso, ripubblicarlo prevedendo criteri più oggettivi e meritocratici, tanto per l’accesso al concorso, tanto per la valutazione dei concorrenti. “Facciamo sentire il nostro dissenso, dimostriamo che coralmente vogliamo che nelle nostre Istituzioni ci tutelino, tutelino il diritto allo studio e l’impegno profuso per studiare e formarsi nel nostro territorio. Qui il link alla petizione on line: http://chng.it/JJmcCqzTkj

 

 

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it