Torna la neve… e forse anche gli impianti di Piano Battaglia

Redazione

Cronaca

Torna la neve… e forse anche gli impianti di Piano Battaglia

Torna la neve… e forse anche gli impianti di Piano Battaglia
02 Febbraio 2017 - 17:37

Ci siamo lasciati alle spalle i problemi e i disagi delle abbondanti nevicate di qualche settimana fa. Ora una fase mite ha attraversato la nostra Regione, con lo zero termico che ha sfiorato quota 3.000 metri di altitudine sul livello del mare, favorendo quindi una rapida fusione della neve su buona parte dei nostri rilievi montuosi, la temperatura si appresta a rientrare su valori pienamente invernali. Nonostante il deciso rialzo termico dei giorni scorsi, comunque, viste le ingenti quantità cadute nel mese di gennaio, la neve resiste. C’è più di un metro e mezzo di accumulo di neve sulle Madonie a quota 1.600 metri.

Ma chiaramente con il proseguimento di questo trend, ovvero con l’insistenza di correnti relativamente calde provenienti dal nord Africa, il manto nevoso avrebbe subito un ulteriore e deciso ridimensionamento. Le notizie per gli operatori sciistici invece son tutt’altro che negative. La mite perturbazione che ci interesserà nel weekend, apportando molte nubi ma con piogge scarse o assenti e accompagnate da venti di Scirocco, sarà seguita, già nelle primissime ore della settimana entrante, da correnti nord-occidentali, decisamente più fredde. Tra lunedì e le prime ore di martedì, dunque, con l’arrivo di un’autentica burrasca di Ponente prima e Maestrale poi, assisteremo ad un sensibile abbassamento delle temperature su tutta l’Isola. Peraltro sulle province occidentali e sul settore tirrenico giungeranno anche piogge e locali rovesci. I fenomeni saranno più consistenti sulla dorsale settentrionale, ovvero su Madonie e Messinese.

In virtù di un deciso abbassamento dello zero termico (la quota a partire dalla quale la temperatura diviene negativa), che si porterà dagli attuali 2.400 metri sul livello del mare ad appena 1.350 metri sul livello del mare, tornerà la neve sui nostri monti settentrionali. Ecco che la stazione sciistica di Piano Battaglia, in particolare, coglierà l’occasione per rimpinguare le proprie scorte bianche. Gli accumuli di neve fresca, per effetto di forti precipitazioni, anche a carattere temporalesco, potranno infatti risultare consistenti sia sui rilievi del Palermitano che sui Nebrodi e, sebbene, in quantità più limitate sul versante settentrionale ed occidentale etneo.

E potrebbe essere la volta buona per iniziare a sciare a Piano Battaglia. Visto che l’Ustiif deve inviare la relazione finale sul collaudo ultimato all’Assessorato regionale siciliano dei Trasporti. E la Regione Siciliana ha già sollecitato l’ufficio tecnico ministeriale, per garantire l’immediata apertura della stazione sciistica.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it