Castelbuono, estorsione, rapina e intralcio alla Giustizia: in tre finiscono in manette

Redazione

Cronaca

Castelbuono, estorsione, rapina e intralcio alla Giustizia: in tre finiscono in manette

Castelbuono, estorsione, rapina e intralcio alla Giustizia: in tre finiscono in manette
07 Ottobre 2017 - 13:37

Nella serata di ieri, la stazione Carabinieri di Castelbuono ha dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Termini Imerese, su richiesta della Procura della Repubblica, nei confronti di Giuseppe Tusa, nato a Palermo, classe ’96, residente a Castelbuono; Nicola Ficile, nato a Cefalù, classe ’88, residente a Castelbuono; Giuliano Ficile, nato a Cefalù, classe ’92, residente a Castelbuono.

I tre sono ritenuti responsabili, a vario titolo ed in concorso tra loro, dei reati di tentata estorsione continuata pluriaggravata, rapina pluriaggravata ed intralcio alla giustizia, reati commessi a Castelbuono tra la fine di settembre ed inizio ottobre 2017. A carico dei 3 arrestati ci sono gravi indizi di reato per aver eseguito spedizioni punitive nei confronti di giovani assuntori di sostanze stupefacenti del luogo, per averli indicati ai militari del posto quali fornitori di sostanze stupefacenti nell’ambito di un precedente procedimento penale, scaturito da un’operazione antidroga effettuata quest’estate dai Carabinieri della Compagnia di Cefalù.

Giuliano Ficile

Giuliano Ficile

Nicola Ficile

Nicola Ficile

Giuseppe Tusa

Giuseppe Tusa

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it