Nicola Fiasconaro premiato in Piemonte con la “Castagna Nero”

Redazione

Cronaca

Nicola Fiasconaro premiato in Piemonte con la “Castagna Nero”

Nicola Fiasconaro premiato in Piemonte con la “Castagna Nero”
22 Ottobre 2017 - 15:12

 

Brilla una “Castagna d’Oro” nel palmarès dell’azienda dolciaria siciliana Fiasconaro. Un riconoscimento che arriva direttamente da Venasca, piccolo comune di 1.500 anime in provincia di Cuneo, dove la castagna è da sempre un simbolo del territorio. Un premio speciale assegnato annualmente dall’Amministrazione comunale a chi si è distinto per la valorizzazione di questo prodotto. È proprio qui infatti, in queste terre piemontesi, che il maestro pasticcere Nicola Fiasconaro ha selezionato le migliori castagne per farcire il suo nuovo panettone nato per salutare il Natale 2017: il MarronNoir, un sontuoso dolce al Marron Glacé, ovvero il frutto di quella particolare lavorazione della castagna sciroppata e poi coperta da una glassa di zucchero.

La consegna ufficiale del premio si è inserita in un contesto molto particolare: la Mostra Mercato “La Castagna”, manifestazione che ogni anno di questo periodo (siamo ormai alla XXVIII edizione) richiama a Venasca un nutrito numero visitatori. Una due-giorni (21 e 22 ottobre) ricca di eventi e di appuntamenti organizzati lungo le vie del paese e tutti, rigorosamente, legati dal fil rouge della castagna: conferenze, degustazioni, esposizioni sui banchi vendita ma anche incontri culturali e momenti di spettacolo. “Per l’impasto e la farcitura del mio nuovo panettone Marron Noir cercavo le migliori castagne. Le ho trovate qui, in quest’angolo di Piemonte. La vostra Contessa è una specie pregiata dal gusto spettacolare e dalla consistenza ideale per chi, come me, è alla costante ricerca di materia prime di eccellenza da utilizzare in pasticceria”, ha dichiarato Nicola Fiasconaro nel ricevere il premio dalle mani di Silvano Dovetta, sindaco di Venasca al termine della tavola rotonda “La castagna – realtà e prospettive” tenutasi presso il Salone Comunale e condotta dal critico enogastronomico Paolo Massobrio.

Spenti i microfoni, è poi arrivato il momento della tanto attesa degustazione, avvenuta presso l’Ufficio del Turismo di Venasca. Indossata la giubba bianca, Nicola Fiasconaro e il suo giovane figlio Mario (che ne sta seguendo con decisione le orme) hanno proposto ai presenti, in uno showcooking dal vivo, il nuovo panettone Marron Noir. Facciamo un passo indietro: risalgono a poco più di un anno fa i primi contatti fra l’azienda Fiasconaro e il Comune di Venasca tesi a imbastire proficui rapporti di collaborazione con i produttori locali di questo importante alimento che ha saputo nel tempo evolversi da nutrimento ‘povero’ in squisitezza capace di conquistare anche i palati più raffinati. Un anno costellato tra l’altro da una serie di dibattiti e tavoli tecnici (come quello tenutosi lo scorso maggio a Castelbuono, l’antico borgo nelle Madonie, a pochi chilometri da Palermo, dove hanno sede gli stabilimenti Fiasconaro) tutti centrati sull’importante ruolo della castagna nelle dinamiche dell’agroalimentare del Paese.

(Nelle foto Mario Fiasconaro, Silvano Dovetta e Nicola Fiasconaro)

da-sinistra-mario-fiasconaro-silvano-dovetta-nicola-fiasconaro-1280x916 nicola-fiasconaro-con-la-targa-del-premio-la-castagna-doro-1005x1280

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it