Futuro degli operai ex Fiat di Termini, incontro al Ministero il 19 febbraio

Redazione

Cronaca

Futuro degli operai ex Fiat di Termini, incontro al Ministero il 19 febbraio

Futuro degli operai ex Fiat di Termini, incontro al Ministero il 19 febbraio
06 Febbraio 2018 - 10:52

“Il prossimo 19 febbraio al Mise faremo il punto della situazione sul programma di reindustrializzazione portato avanti da Blutec”. Lo dice il senatore del Pd Giuseppe Lumia, in merito al rilancio dello stabilimento ex Fiat di Termini Imerese. “Si tratta di un percorso a tappe – aggiunge – che vede l’impegno dei lavoratori, dell’azienda, dei sindacati, del Comune di Termini e della Regione. Bisogna continuare a dare il massimo e a tenere alta l’attenzione perché il programma di investimenti possa concludersi nei tempi previsti e perché qui nasca un polo innovativo dell’automotive”.

“Non c’è chiarezza sull’accordo tra Blutec e Fca in merito alla commessa per la trasformazione in veicoli elettrici dei Doblò prodotti da Fca in Turchia”. Lo dice l’ex deputata regionale di Mdp, Mariella Maggio, candidata di Liberi e Uguali al Senato nei collegi uninominale e proporzionale Sicilia 1. “Ci aspettiamo – aggiunge – che nell’incontro di giorno 19 convocato al Mise l’azienda fornisca le rassicurazioni del caso. Inoltre, chiediamo al governo di far rispettare tutti gli impegni presi sulla ripresa delle attività nello stabilimento siciliano e sul ritorno all’occupazione dei lavoratori. E’ questa una vertenza fondamentale per la ricostruzione di un tessuto produttivo fortemente provato dalle scelte scellerate di Fiat”.

“Dopo i rinvii degli ultimi mesi auspichiamo che l’incontro fissato al Mise possa caratterizzarsi per concretezza e contenuti – ha affermato il sindaco Francesco Giunta – Non è più il tempo delle dichiarazioni di circostanza, dei buoni propositi e delle promesse. Pretendiamo fatti concreti, vogliamo conoscere se il crono programma verrà rispettato, intendiamo sapere cosa succederà il 31 dicembre dell’anno in corso. Ribadisco la nostra posizione, qualora non vi fossero risposte concrete, siamo pronti a scendere in piazza”.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it