Castellana, il comune celebra l’8 marzo e acquista libri “al femminile” per la bibilioteca

Redazione

Cronaca

Castellana, il comune celebra l’8 marzo e acquista libri “al femminile” per la bibilioteca

Castellana, il comune celebra l’8 marzo e acquista libri “al femminile” per la bibilioteca
08 Marzo 2018 - 14:01

Il Comune di Castellana Sicula, guidato dal sindaco Franco Calderaro, celebra la ricorrenza della Giornata internazionale della Donna con un’iniziativa culturale rivolta alle giovani generazioni per far conoscere il senso dell’8 marzo e l’impegno delle donne per la crescita sociale, culturale, scientifica ed economica del mondo. Quest’anno l’Amministrazione comunale ha deciso di potenziare la biblioteca comunale con l’acquisto di libri dedicati e scritti da donne e in alcuni casi da bambine. Si tratta di testi che vanno dalle favole ai profili di grandi donne del passato. Uno dei libri di cui verrà dotata la biblioteca cittadina intitolata a Leonardo Sciascia è stato scritto dalla più giovane scrittrice al mondo, Debora Sofia Fusco, livornese di nove anni, premiata al Saloneinternazionale del Libro di Torino, autrice del testo “La città delle cinque terre ed altri racconti”. Tra i libri che contribuiranno a creare una sezione femminile della biblioteca comunale, dedicata anche ai bambini, c’è anche l’opera di Malala Yousafza, la più giovane premio Nobel per la Pace. Il testo della ragazza pakistana che si batte per i diritti civili e per il diritto all’Istruzione è “La matita magica di Malala”. Inoltre arriveranno nella biblioteca anche i testi “Storie della buonanotte per bambine ribelli – 100 vite di donne straordinarie” di Francesca Cavallo, “Storie e vite di superdonne che hanno fatto la scienza” di Gabriella Greison e “Frida Kahlo di Suzanne Barbezat. “E’ una scelta netta dell’Amministrazione comunale – sottolineano il vice sindaco Daniela Fiandaca e le consigliere comunali – quella di rivolgersi ai più piccoli affinchè crescano consapevolezza e convinzione di quale contributo possa essere offerto dalle donne alla società, poiché donne non si nasce ma si diventa”.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it