Raccolta differenziata nelle Madonie, chi sale e chi scende: ecco i dati di luglio

Redazione

Cronaca

Raccolta differenziata nelle Madonie, chi sale e chi scende: ecco i dati di luglio

Raccolta differenziata nelle Madonie, chi sale e chi scende: ecco i dati di luglio
04 Agosto 2018 - 12:40

Alimena batte tutti, San Mauro vola. Nel litorale grande balzo in avanti di Campofelice di Roccella

Continua la nostra inchiesta sui dati della raccolta differenziata nei comuni madoniti. Una battaglia di civiltà che deve coinvolgere tutti: amministratori, tecnici, cittadini ed anche gli organi di stampa perché la nostra gente ha il diritto di sapere come vanno le cose. Ieri abbiamo pubblicato i dati relativi ai primi cinque mesi del 2018 di tutti i comuni dell’area Termini – Cefalù – Madonie. Oggi siamo in grado di darvi i dati definitivi aggiornati al 31 luglio 2018. Ecco cos’è cambiato in questi due mesi.

Partiamo con i dati forniti da AMA

Alimena si conferma al comando della classifica dei paesi “ricicloni” con un più 10% rispetto a due mesi fa. Dal rispettabilissimo 65% del mese di maggio il comune è addirittura balzato al 75,91% del mese di Luglio. Benissimo Pollina che a luglio raggiunge la quota-record di 69.68%. Un dato che non tiene conto della quota vestiti usati che incrementeranno ulteriormente la percentuale anche se di poco.

Altri significativo balzo in avanti è quello compiuto dal comune di Bompietro che dal 19,48% di maggio si trova adesso al 45,32% di luglio (+25,84%). Meglio di Bompietro è riuscito a fare in questi due mesi solo San Mauro Castelverde che da un pessimo 14,41% in due mesi è balzato al 56,65%, con un incremento di addirittura 42 punti percentuali.

Segno positivo anche per Blufi che dal 37,66 registra una straordinaria impennata, il dato di luglio è del 62,07%, con un incremento in soli due mesi di ben 24,4 punti percentuali. Buona la performance anche del comune di Sclafani Bagni che aumenta del 23% il dato della raccolta differenziata passando dal 38,86 al 61,39%. Un abbonante più 15% premia anche il comune di Gangi che passa dal 31,67% al 46,28%

Piccoli passi avanti si registrano anche per la comunità di Petralia Soprana che passa dal 25,76% di maggio al 30,18% di luglio ma il dato è ancora molto basso.

Alia, dopo un crollo nel mese di giugno, torna a risalire con un 34,12% per il mese di luglio, di poco inferiore al dato registrato a fine maggio.

Peccato per Scillato che, nonostante le percentuali ottime mantenute questi 3 mesi, negli ultimi 30 giorni ha registrato un piccolo passo indietro. A maggio infatti il piccolo comune madonita aveva conquistato il primo posto di questa nostra particolare classifica, facendo registrare un incredibile 79,28% di differenziata, un vero e proprio record. A Luglio il dato è sceso ad un pur onorevole 66,15% che fa scendere Scillato al secondo posto, appena dietro ad Alimena.

Sostanzialmente stabile Castellana Sicula, che passa dal 41,84% di maggio al 43,98% di luglio. Stabile, con un leggero segno meno, anche Polizzi Generosa che passa dal 36,34% al 35,76%

E veniamo alle dolenti note: male Caltavuturo che fa registrare un significativo decremento della differenziata: dal 51,21 di maggio al 45,32 di luglio. Ma il comune che peggiora più di tutti, confrontando i dati di maggio e luglio è il comune di Valledolmo che perde addirittura 10%, scendendo dal 67,11% al 57,29%.

Discorso a parte va fatto per i comuni di Geraci e Petralia Sottana. A Geraci Siculo il servizio di porta a porta della frazione organica si avvierà solo a partire dall’1 settembre prossimo. Comunque i dati degli ultimi due mesi sono decisamente confortanti, si è passanti infatti da un vergognoso 7,22% al 34,46%.

A Petralia Sottana il porta a porta della frazione organica è stato avviato solo da pochi giorni, il dato sulla differenziata rimane quindi molto basso: 19,90%, praticamente lo stesso del mese di maggio.

Questo per quanto riguarda i comuni serviti dall’AMA. Siamo riusciti ad ottenere anche i dati di Cefalù, Campofelice di Roccella e Lascari, molto importanti anche in funzione della stagione estiva che, nel mese di luglio è entrata nel pieno del suo vigore.

I numeri segnano delle tendenze decisamente positive, Cefalù sale dal 15% al 24% di giugno. Non sono ancora definitivi invece i dati del luglio che comunque dovrebbero attestarsi intorno al 26%

Campofelice di Roccella sorride, il comune in due mesi ha più che raddoppiato il dato, passando dal 12% al 28%. Sale in maniera significativa anche il dato di Lascari che passa dal 54,3% al 66%

 

CLASSIFICA RACCOLTA DIFFERENZIATA LUGLIO 2018

Alimena 75,91%

Scillato 66,15%

Lascari 66,00%

Blufi 62,07%

Scalfani Bagni 61,39%

Valledolmo 57,29%

San Mauro Calsteverde 56,65%

Gangi 46,28%

Bompietro 45,32%

Caltavuturo 45,32%

Castellana Siculoa 43,98%

Polizzi Generosa 35,76%

Geraci Siculo 34,46%

Alia 34,12%

Petralia Soprana 30,18%

Cefalù 26,00%

Campofelice di Roccella 24,00%

Petralia Sottana 19,90%

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it