Stop del Senato al Programma per le periferie, Genchi “decisione gravissima”

Redazione

Politica

Stop del Senato al Programma per le periferie, Genchi “decisione gravissima”

Stop del Senato al Programma per le periferie, Genchi “decisione gravissima”
09 Agosto 2018 - 11:13

Con un emendamento approvato lunedì scorso il Senato ha stoppato il Programma straordinario per la riqualificazione urbana e la sicurezza delle periferie che complessivamente prevede investimenti per 2,1 miliardi dello Stato, con effetti potenziali calcolati in 3,9 miliardi per effetto dei co-finanziamenti.

Per rendere operativo il programma la Presidenza del Consiglio e i Comuni capoluogo hanno firmato una prima tranche di convenzioni lo scorso 6 marzo 2017 (le prime 24) mentre a novembre e dicembre 2017 sono state firmate le altre (le altre 96).

Con l’emendamento 13.2 (testo 2), approvato lunedì dall’aula del Senato in sede di conversione del decreto legge Milleproroghe, la maggioranza ha disposto che l’efficacia delle 96 convenzioni firmate nella seconda tranche sia differita all’anno 2020. La norma approvata dispone che i Comuni debbano «rimodulare gli impegni di spesa e i connessi pagamenti». Tutto deve cioè slittare di due anni.

Lo stop di due anni riguarda quindi la seconda tranche da 96 convenzioni, che ha 1.571 milioni di euro di finanziamento statale e co-finanziamenti per 1.144 mln, e dunque si stima possa attivare investimenti per 2,715 miliardi. Salva la prima tranche da 24 convenzioni.

“Decisione assurda e gravissima! Si rischia di buttare al macero centinaia di progetti di Comuni che hanno creduto nella riqualificazione delle periferie urbane, diversi dei quali hanno già impegnato parte della spesa prevista. Il Senato ritorni sulla scelta fatta, dimostrando con i fatti di avere a cuore le periferie e le città del nostro Paese – dichiara Rosario Genchi, presidente di Project Manager Sicilia – Sulla Città Metropolitana di Palermo rischia di saltare il progetto PERIFERIE METROPOLITANE AL CENTRO: SVILUPPO SOSTENIBILE E SICUREZZA per € 101.115.904,00 che interessa tantissimi comuni della provincia”

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it