Affidamento degli argenti del Monastero di S. Caterina, il gruppo “Uniamo Geraci” ringrazia il Vescovo

Redazione

Cronaca

Affidamento degli argenti del Monastero di S. Caterina, il gruppo “Uniamo Geraci” ringrazia il Vescovo

di Redazione 
Affidamento degli argenti del Monastero di S. Caterina, il gruppo “Uniamo Geraci” ringrazia il Vescovo

Il gruppo Politico “Uniamo Geraci” ha inviato una lettera al Vescovo di Cefalù come ringraziamento a seguito della decisione di affidare alla comunità geracese gli argenti provenienti dall’ex Monastero di Santa Caterina, da tempo custoditi presso il seminario vescovile di Cefalù.

“Abbiamo colto pienamente il significato pastorale del Suo gesto – scrivono in una lettera i tre consiglieri comunali del gruppo Uniamo Geraci – e Le esprimiamo i nostri sinceri sentimenti di gratitudine. Negli ultimi tempi, purtroppo, in relazione alle vicende dell’ex Monastero, il lievito della discordia è ampiamente e impropriamente proliferato tra i cittadini geracesi e la vita della
Comunità è stata segnata da dissapori e polemiche. È stata una grande consolazione per noi, quindi, sentire la Sua vicinanza. Siamo sicuri che le Sue parole, precise e puntuali, porranno fine alle tante divisioni che nel corso degli ultimi anni si erano create all’interno della nostra piccola Comunità e saranno occasione e spunto di riflessione e riconciliazione, per donare a Geraci una ritrovata unione e armonia”.

Riportiamo qui il seguito della lettera inviata al Vescovo:

“È ovviamente rimasto vivo e vibrante in tutti noi il ricordo della presenza delle Monache Benedettine, che nella riservatezza e nella preghiera operavano per la maggiore edificazione spirituale della nostra amata Geraci. Alla nostra Donna Maria Anna, che nel Monastero di Alcamo continua a vivere la Regola e gli insegnamenti benedettini, esprimiamo la nostra vicinanza spirituale e chiediamo preghiere incessanti per la sua e nostra Geraci. Il nostro pensiero non può che elevarsi anche verso le Monache che dormono il sonno dei giusti in Paradiso affinché possano continuare a vegliare sulla nostra Comunità. Eccellenza Reverendissima, avvertiamo profondamente il significato della regola benedettina con cui ha voluto aprire il Suo messaggio e l’invito finale a essere “costruttori di ponti nella pace”. Le assicuriamo, come rappresentanti della civica comunità e come fedeli e figli della Chiesa Cefaludense, che ogni nostro sforzo continuerà a essere rivolto verso questi obiettivi. Riteniamo che solo con la pace e il dialogo si possa edificare a Geraci quella autentica “città degli uomini” nella quale “tutto sia comune a tutti” e in cui il bene di ciascuno e il bene di tutti si compongano armoniosamente. Le esprimiamo fervidi voti augurali per il Suo ministero pastorale e invochiamo la Sua benedizione e la sua preghiera per la nostra Comunità di Geraci.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it