I reperti del parco Himera trovano casa: nascerà un museo nella stazione di Buonfornello

Redazione

Cronaca

I reperti del parco Himera trovano casa: nascerà un museo nella stazione di Buonfornello

I reperti del parco Himera trovano casa: nascerà un museo nella stazione di Buonfornello
19 Dicembre 2018 - 17:56

C’erano state anche scintille fra il sindaco di termini Imerese Francesco Giunta e il deputato regionale del Movimento 5 Stele Luigi Sunseri sulla questione dei reperti dell’area archeologica Himera. Oggi le cose sembrano incanalarsi verso una soluzione (quasi) definitiva. Nell’ex stazione ferroviaria di Buonfornello, frazione di Termini Imerese, infatti, nascerà un grande museo dove saranno esposti i reperti provenienti dagli scavi effettuati nell’area della città bassa di Himera. A darne notizia è il presidente della Regione, Nello Musumeci: “Raggiunta un’intesa di massima tra la Regione Siciliana e Rete Ferroviaria Italiana. Aggiungiamo un’altra perla all’enorme patrimonio storico-archeologico per il quale la Sicilia è diventata famosa nel mondo e meta di continui flussi turisti. La nostra storia, il nostro passato va continuamente valorizzato e reso sempre più fruibile. Salvaguardarne la memoria è un dovere anche perchè rappresenta sempre una occasione di sviluppo economico per la nostra Isola”.

L’antica colonia greca di Himera sorgeva sulla costa tirrenica della Sicilia, tra il fiume Torto e l’Himera settentrionale, in provincia di Palermo. La polis era costituita dalla città bassa, che si sviluppava sulla vasta pianura costiera e dalla città alta sulla collina retrostante. “Si stanno portando alla luce – afferma il Governatore – i resti della famosa battaglia che, nel 480 avanti Cristo, vide la vittoria dei Greci sui Cartaginesi, nell’area in cui oggi ricade il territorio di Termini Imerese”.

“Sono mesi – commenta il deputato regionale del M5s Luigi Sunseri – che accendiamo i riflettori sullo stato di conservazione dei reperti rinvenuti in quell’area e ‘custoditi’, per usare un eufemismo, per quasi dieci anni nei container. E per questo abbiamo sollecitato più volte un intervento. Siamo contenti che, dopo le nostre richieste, questi tesori possano finalmente ritornare nel territorio dal quale provengono e rappresentare un’opportunità di sviluppo”.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it