Dalle Madonie in Afghanistan: le lettere dei bambini per i militari italiani

Redazione

Cronaca

Dalle Madonie in Afghanistan: le lettere dei bambini per i militari italiani

Dalle Madonie in Afghanistan: le lettere dei bambini per i militari italiani
21 Dicembre 2018 - 09:05

Al Palazzo Pucci Martinez, sede dell’Ente Parco delle Madonie, a Petralia Sottana, la cerimonia di premiazione del concorso scolastico promosso dal Rotary Club “Palermo-Parco delle Madonie”, unitamente al Kiwanis Club Panormo, patrocinata dall’Ente Parco. Protagonisti sono stati gli Istituti Comprensivi di Petralia Soprana, l’istituto comprensivo 21 Marzo di Petralia Sottana e l’istituto Polizzano.

Il Commissario Salvatore Caltagirone ha ringraziato tutti i dirigenti scolastici e gli insegnanti, ma in modo particolare i ragazzi che hanno aderito all’iniziativa. “Siamo certi – dice – che i bambini, in un tempo di crisi caratterizzato da profondi vuoti interiori e talora l’abbandono di valori morali a causa di particolari situazioni, abbiano nella loro primaria impresa, suggerito tentativi tesi a sforzi comuni, sviluppando una maggiore comprensione e complicità di azioni nell’essere più altruisti l’uno nei confronti dell’altro”.

I bambini, con le loro testimonianze, hanno stilizzato in vario modo le figure dei militari, espresso frasi e scritto pensieri che rendono alto onore al valore di tutti i militari per i servizi che prestano nei territori in guerra. Sono stati in grado di raccontare con le loro lettere cosa rappresenti la parola “rispetto” e quanto sia importante il concetto di Patria, paragonandola ad una Madre. Dunque, il radicato possesso di un senso civico che, seppure la loro giovane età, manifesta unione e genera consapevolezza del rispetto delle regole, affinchè, dicono non vi siano guerre nate da egemonie politiche.

La cerimonia si è conclusa con un annullo postale “speciale” su un disegno selezionato che rappresenta un carro armato a bordo del quale un “Babbo Natale” distribuisce doni augurando Buon Natale a tutti, indistintamente. Il carro, hanno spiegato, è solo il mezzo che permette la distribuzione di Bene e il Babbo Natale l’uomo della Pace. I disegni e lettere scritte dagli studenti, sono stati inviati ai militari in servizio presso la città di Kabul in Afghanistan per augurare “Buon Natale ai loro Eroi nel mondo” e far sentire la loro vicinanza espressa in maniera semplice e genuina come solo i piccoli sono in grado di fare nella loro spontanea naturalezza.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it