Studenti fuori sede e caro-biglietti: la Regione studia fondo per rimborsare le spese di viaggio

Redazione

Cronaca

Studenti fuori sede e caro-biglietti: la Regione studia fondo per rimborsare le spese di viaggio

Studenti fuori sede e caro-biglietti: la Regione studia fondo per rimborsare le spese di viaggio
15 Gennaio 2019 - 15:12

Impossibile per gli studenti fuori sede acquistare i biglietti per rientrare in Sicilia, soprattutto durante le festività, Natale in primis, ma anche le altre. Per un volo Milano-Palermo-Milano, occorrevano anche 500 euro. Una follia. Ma questa storia è finita sul tavolo della II Commissione Bilancio che sta preparando un emendamento che potrebbe dare respiro a studenti e lavoratori siciliani fuori sede. A presentarlo come primo firmatario è il catanese Gaetano Galvagno deputato regionale in quota Fratelli d’Italia. “Si tratta di una misura provvisoria che darebbe respiro a una variegata platea di siciliani che per studio e lavoro vivono lontano dalla nostra regione, oltre ai malati costretti a sostenere costosi ed estenuanti viaggi per le loro cure sul territorio nazionale”, dice Galvagno.

In pratica si tratta di un Fondo di Sostegno all’acquisto dei biglietti aerei: “È necessario fornire risposte tangibili e a breve termine in attesa che il concetto di insularità venga riconosciuto e ufficializzato nel nostro Statuto per garantire continuità territoriale”, aggiunge il deputato. Sono stati previsti 2 milioni di euro destinati a rimborsare attraverso questo fondo il costo dei biglietti delle tratte aeree di linea nazionale nei periodi delle festività pasquali e natalizie. Il fondo si rivolge agli studenti universitari residenti in Sicilia e regolarmente iscritti presso gli atenei extraregionali. Ma non solo. Previste agevolazioni anche per i lavoratori residenti in Sicilia che prestano servizio fuori dal territorio regionale con reddito annuo lordo non superiore a 30.000 euro; per i malati affetti da patologie gravi individuate con apposito decreto dall’assessore regionale alla salute, sottoposti a interventi chirurgici in strutture sanitarie al di fuori del territorio della Regione.

Il rimborso previsto rientra nel limite di 200 euro a biglietto acquistato per un importo superiore a 150 euro. L’emendamento è stato già sottoscritto dagli onorevoli Danilo Lo Giudice (Gruppo Misto), Antonio Catalfamo (FDI), Elvira Amata (FDI), Vincenzo Figuccia (UDC), Eleonora Lo Curto (UDC) e Maria Anna Caronia (Gruppo Misto), ma altri potrebbero sostenere l’iniziativa.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it