Per non dimenticare: la pietra d’inciampo per Liborio Baldanza

Redazione

Cronaca - A Geraci, la prima in Sicilia

Per non dimenticare: la pietra d’inciampo per Liborio Baldanza
L'uomo di Geraci, perseguitato dal governo fascista a causa della sua opposizione al regime dittatoriale e deportato a Mathausen

Per non dimenticare: la pietra d’inciampo per Liborio Baldanza

05 Aprile 2019 - 10:40

La pietra d’inciampo, la prima in Sicilia, per ricordare Liborio Baldanza. Il piccolo Borgo di Geraci Siculo, sabato 6 e domenica 7 aprile, ricorderà la coraggiosa figura del suo concittadino, perseguitato dal governo fascista a causa della sua opposizione al regime dittatoriale e, in ragione di ciò, deportato a Mathausen e deceduto durante la prigionia a Hinterbruhl il 3 aprile del 1945.

L’Amministrazione e il Consiglio Comunale vuole celebrare e salvaguardare il ricordo mediante l’incisione del nome di Liborio Baldanza nel contesto urbano attuale e futuro attraverso l’apposizione di una “pietra d’inciampo” all’innesto della via Vittorio Emanuele con la via Vento, luogo dove visse a Geraci Siculo. Negli ultimi anni, soprattutto grazie al pregevole impegno di Giuseppe Vetri, ha avuto luogo, una grande attività di riscoperta e di ricerca intorno alla figura e alla personalità di Liborio Baldanza.

L’iniziativa della realizzazione delle pietre d’inciampo è stata ideata dall’artista Gunter Denming proprio per mantenere la memoria diffusa delle vittime uccise nei campi nazisti e, ad oggi, ha portato all’installazione di oltre 71.000 “pietre” in diversi Paesi europei. Le “pietre” consistono in mattoni della dimensione di un sampietrino (10 x 10 centimetri) ricoperti di una lastra d’ottone sulla quale sono incisi i dati essenziali della persona commemorata, e vengono incorporati nel selciato stradale per creare nella visuale dei passanti “inciampi” che spingano a ricordare e riflettere.

Il programma della manifestazione prenderà il via sabato 6 aprile alle ore 10 al Convento degli Agostiniani con la partecipazione degli alunni dell’Istituto Comprensivo “21 marzo”, dei familiari del Liborio Baldanza e di Giuseppe Vetri. Domenica 7 aprile alle ore 10,45, alla presenza delle autorità civili, militari, religiose e dei familiari, proseguirà dapprima in aula consiliare e, dopo, con la posa materiale della pietra in via Vento.

“La collocazione di una pietra d’inciampo, la prima collocata in Sicilia, in memoria di Liborio Baldanza – afferma il sindaco Luigi Iuppa – costituisce una importante azione di ricostruzione della memoria, soprattutto per le giovani generazioni oltre che un ristoro morale, seppur tardivo, nei confronti della memoria di Baldanza e della sua famiglia, da parte della comunità geracese. Il sito ove verrà collocata la pietra d’inciampo costituirà luogo di ricordo per i cittadini e per i visitatori del sacrificio di tanti, uomini, donne e bambini vittime della spietata e ottusa discriminazione del nazismo”.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it