Eolico tra Gangi e Bompietro, rischio frane e metanodotto: il caso finisce all’Ars

Redazione

Cronaca - Ambiente

Eolico tra Gangi e Bompietro, rischio frane e metanodotto: il caso finisce all’Ars
Cracolici del Pd, presenta un'interrogazione all'Ars: "Terreno franoso e passa anche il metanodotto"

Eolico tra Gangi e Bompietro, rischio frane e metanodotto: il caso finisce all’Ars

19 Giugno 2019 - 08:33

Polemiche sulla realizzazione di un parco eolico tra Gangi e Bompietro. “Nel territorio del comune di Gangi in località ‘Serre del Vento’ e nel territorio del comune di Bompietro in località ‘Contrade Vicinori’ sarebbero in fase di realizzazione alcun impianti eolici: si tratta di aree del tutto inadatte a questo tipo di impianti poiché ad elevatissimo indice di franosità e nelle quali, oltretutto, passa un metanodotto”.

Sono le parole di Antonello Cracolici, parlamentare regionale del Pd, che ha presentato un’interrogazione al presidente della Regione Musumeci ed agli assessori competenti (Energia, Territorio, Agricoltura, Beni Culturali).

Nell’interrogazione Cracolici cita le documentazioni che attestano la franosità del terreno (inviata nel 2013 dall’ente gestore del Geoparco Rocca di Cerere al Servizio 1 VIA VAS dell’Arta) e la normativa di riferimento della non-idoneità di quella zona anche in riferimento alla presenza del metanodotto.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it