Gratteri celebra la Vastedda Fritta: degustazioni e notte bianca il 14 agosto

Redazione

Eventi - Dalle ore 11

Gratteri celebra la Vastedda Fritta: degustazioni e notte bianca il 14 agosto
Appuntamento nel borgo madonita per la 41esima edizione della Sagra

Gratteri celebra la Vastedda Fritta: degustazioni e notte bianca il 14 agosto

07 Agosto 2019 - 11:39

Si terrà il 14 agosto la 41esima edizione della “Sagra della Vastedda fritta” di Gratteri, la manifestazione che festeggia la tipica pietanza del comune madonita apprezzata in tutta la Sicilia, durante la quale si terranno numerose attività aperte a tutti tra i vicoli e le piazze del centro storico. A partire delle 11 e fino a sera si potrà prender parte alle visite guidate all’interno del centro storico e ai tesori di Gratteri (su prenotazione ai numero 351 0263499 – 338 3586258).

Dalle ore 17 in Corso Umberto I si apriranno le porte del Villaggio artigianale con tantissimi prodotti. La degustazione della vastedda è prevista dalle ore 18 presso Piazza Scala, con un ticket degustazione al costo di 3 euro si avrà diritto a tre vastedde (una salata con l’acciuga e due dolci: una con lo zucchero e una con il miele) e, a scelta, o un bicchiere di vino o una bottiglietta d’acqua. Dalle 18 sfileranno per le vie di Gratteri e si esibiranno con i propri balli tipici 3 gruppi folk internazionali.

Alle 22 presso nella piazza principale, si terrà il concerto degli Ottoni animati, band composta da 12 strumentisti, nata nel 2008 come risultato di una ricerca tra i suoni tipici della musica popolare siciliana e il folk internazionale, condita da ritmi balkanici, arabici, indie e reggae. Dopo la mezzanotte presso piazza Mulinello di terrà la notte bianca con la partecipazione del gruppo musicale Trio 2.1. L’evento è organizzato dal Comune e dalla Pro Loco di Gratteri.

La Vastedda Fritta di Gratteri è annoverata nell’elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali (PAT) stilato dal Ministero delle Politiche agricole e Forestali. Si tratta di una deliziosa frittella, dolce o salata, le cui origini si perdono nella notte dei tempi. Certo è che ad averle dato i natali è questo centro in provincia di Palermo, dove ogni massaia custodisce gelosamente la ricetta tramandatale dai propri antenati. La vastedda fritta viene viene preparata con farina, lievito, olio extravergine d’oliva. L’impasto tagliato in rettangoli, viene fritto e successivamente viene passato nello zucchero. Può essere servita anche nella variante salata: in questo caso viene passata nel sale e con le acciughe poste al centro della pasta.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it