Ospedale di Petralia Sottana, nuovo ambulatorio per l’impianto di PICC

Redazione

Cronaca - Aperto ogni mercoledì

Ospedale di Petralia Sottana, nuovo ambulatorio per l’impianto di PICC
Il Servizio sarà gestito dal personale Infermieristico di Sala Operatoria e dai Medici del Servizio di Anestesia e Rianimazione ogni mercoledì della settimana

Ospedale di Petralia Sottana, nuovo ambulatorio per l’impianto di PICC

11 Settembre 2019 - 13:17

Nuovo servizio presso l’Ospedale di Petralia Sottana, sarà attivato nei prossimi giorni un ambulatorio per l’Impianto e la Gestione di Picc e MidLine. I Picc sono dei Cateteri Centrali ad inserzione periferica, dispositivi per accesso venoso costituito da un catetere di materiale biocompatibile che inserito in una vena periferica dell’arto superiore, raggiunge una posizione centrale in vena cava superiore vicino all’atrio destro. I MidLine sono invece dei cateteri con le stesse caratteristiche di materiale, ma hanno una lunghezza inferiore ai Picc. Infatti i Picc possono avere una lunghezza fino ai 50 cm, mentre i MidLine fino a 25 cm. A differenza della metodica tradizionale della veni puntura diretta a seguito di palpazione, l’inserimento dei Picc e dei MidLine avviene con metodo Eco-guidato, tramite l’utilizzo di un ecografo che riesce ad individuare la migliore vena da pungere e ad indirizzare l’ago all’interno del vaso senza pericoli per le strutture adiacenti (come tendini o diramazioni nervose), limitando al paziente fastidiosi dolori da ricerca del vaso. Un vantaggio di questi presidi, è quello che può rimanere, impiantato nel paziente anche un anno, evitando al paziente continue e ripetute punture, avendo cura di medicarlo una volta a settimana. Ed è proprio a tale scopo che l’ambulatorio nasce per impianti e gestione di questi cateteri, proprio per potere garantire ai cittadini madoniti e non, di non andare nei nosocomi delle nostre città per essere impiantati, ma cosa più grave, ogni settimana, per essere medicati.

L’utilizzo di questi presidi è indicato nei casi:
• in cui sia necessario infondere dei farmaci con un PH <5 o >9, o dei farmaci vescicanti, come ad esempio farmaci chemioterapici, per tutti quei pazienti oncologici a cui vuole essere conservato il patrimonio venoso.
• chi necessità di nutrizione parenterale, per pazienti affetti da patologie neurologiche ( ictus e altre), in cui le condizioni patologiche non gli consentano una alimentazione orale.
• Chi necessità di monitoraggio emodinamico
• Pazienti con difficoltà a reperire accessi venosi per la somministrazione di farmaci o per necessità di prelievi frequenti.

Dall’ospedale fanno sapere fanno avere che l’accesso all’ambulatorio per l’impianto e la pulizia di questi presidi necessita di una prescrizione del Medico e la prenotazione tramite il CUP (Centro Unico Prenotazione). In particolare per un Impianto Picc o MidLine necessita una richiesta del Medico di Medicina Generale di “ Visita Anestesiologica generale” con codice PAC/DRG 467, mentre per le Medicazioni necessita una richiesta del Medico di Medicina Generale con Codice 9657 “Irrigazione cetere vascolare 4 prestazioni”, Codice 9659 “Altra irrigazione di ferita, medicazione 4 prestazioni”. Il Servizio sarà gestito, ogni mercoledì, dal personale Infermieristico di Sala Operatoria e dai Medici del Servizio di Anestesia e Rianimazione.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it