Cerda, strangolata in casa davanti alla figlioletta: ergastolo per due cugini

Vincenzo Ganci

Cronaca - La sentenza

Cerda, strangolata in casa davanti alla figlioletta: ergastolo per due cugini
E' la decisione pronunciata al termine del rito abbreviato dal Gup del Tribunale di Termini Imerese

Cerda, strangolata in casa davanti alla figlioletta: ergastolo per due cugini

05 Ottobre 2019 - 17:00

Ergastolo per Paul Andrei Todirascu di 20 anni e Florin Buzilà di 21 anni, cugini del marito di Alina Elena Bità, giovane romena strangolata in casa a Cerda davanti alla figlia di soli 11 mesi il 9 ottobre 2017. E’ la decisione pronunciata al termine del rito abbreviato dal Gup del Tribunale di Termini Imerese. Todirascu sarebbe l’esecutore materiale dell’omicidio, Buzilà complice.

I due furono fermati dai carabinieri tre mesi dopo la morte di Alina. I militari durante le indagini avevano acquisito gravi e concordanti elementi indiziari nei loro confronti. Avrebbero agito a seguito di un tentativo di un furto non riuscito, all’interno dell’abitazione.

La giovane donna era stata trovata senza vita nel suo appartamento in via Sciolino a Cerda e, gli investigatori furono insospettiti dagli strani segni sul collo di Alin. I carabinieri giunti sul posto dopo la telefonata di una vicina, trovarono la donna riversa per terra, con la figlioletta non distante da lei. Gli investigatori per ricostruire il quadro completo della vita della donna ed escludere il malore, avevano anche ascoltato il marito. Ma i rilievi del Ris, l’autopsia e le hanno fatto luce sulla tragica vicenda.

Altre notizie su madoniepress

Autorizzazione del Tribunale di Termini Imerese N. 239/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana

Condirettore Responsabile Michele Ferraro

redazione@madoniepress.it